Il Club San Vigilio Garda Orientale restaura un dipinto della chiesa di San Zenone e San Martino

I Lions ridanno luce all’Assunta e ai pastorelli

10/02/2002 in Avvenimenti
A Lazise
Di Luca Delpozzo
Lazise

Gra­zie all’intervento del Lions Club San Vig­ilio Gar­da Ori­en­tale, un quadro del XIX sec­o­lo ver­rà ripor­ta­to al suo anti­co splen­dore. I fon­di nec­es­sari sono sta­ti rac­colti durante una fes­ta a scopo benefi­co orga­niz­za­ta dal Lions Club pres­so l’Hotel Grit­ti di Bar­dolino. L’opera è sta­ta rin­venu­ta alcu­ni mesi or sono dal nuo­vo par­ro­co del­la par­roc­chia di San Zenone e San Mar­ti­no, don Alessan­dro Pasqui­ni, men­tre rior­di­na­va la polverosa sof­fit­ta del­la vec­chia canon­i­ca. Per la pre­ci­sione, le opere d’arte ritrovate, tutte di gran pre­gio e che gli esper­ti inter­pel­lati fan­no risalire al 1800, sono tre. Quel­la prescelta per essere affi­da­ta all’opera del restau­ra­tore, per l’incisività del trat­to e la spon­taneità del sogget­to, rap­p­re­sen­ta l’Assunta con San Lui­gi, i tre pas­torel­li di Fati­ma e Sant’Agnese. I meno gio­vani in paese ricor­dano come ques­ta tela facesse parte dell’arredamento dell’antico bat­tis­tero, ora dimesso.

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti