Sono state presentate in questi giorni le oramai attese Guide dei vini d’Italia

I Lugana DOC nelle Guide dei vini 2002

04/12/2001 in Avvenimenti
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo

Sono state pre­sen­tate in questi giorni le ora­mai attese Guide dei vini d’Italia. Grande curiosità ed atte­sa quin­di per le aziende pro­dut­tri­ci che solo a pub­bli­cazione avvenu­ta pos­sono sco­prire se il loro, od i loro, vini sono sta­ti seg­nalati. Per quan­to riguar­da il si può senz’altro dire che i risul­tati sono sta­ti assai sig­ni­fica­tivi e spes­so anche sor­pren­den­ti con seg­nalazioni di aziende anche di medie dimensioni.La “Vini d’Italia 2002” del Gam­bero Rosso Edi­tore – Slow Food Edi­tore, che giunge quest’anno alla sua quindices­i­ma edi­zione e che risul­ta essere forse lo stru­men­to mag­gior­mente conosci­u­to che trat­ti di ital­iano, vede aumentare di cir­ca il 50% la pre­sen­za e quin­di la vis­i­bil­ità del Lugana con l’inserimento di aziende pri­ma non recensite.Una Gui­da ques­ta che viene tradot­ta anche in inglese e tedesco e che quin­di non man­ca di fare ten­den­za. Le aziende seg­nalate sono: Ca’ dei Frati, Ca’ Lojera, Can­tine del­la Valte­n­e­si e del Lugana, Costari­pa, Frac­caroli, Marang­o­na, Mon­tre­sor, Ottel­la, San­ti (Grup­po Ital­iano Vini), Pasi­ni Pro­dut­tori, Proven­za, , Vis­con­ti, Viti­coltori Tom­masi, Can­tine Zena­to. Anche il Lugana Supe­ri­ore sta mer­i­tan­do sem­pre più con­sen­si, nonos­tante la sua gio­vanis­si­ma pre­sen­za sul mer­ca­to, total­iz­zan­do pun­teg­gi ele­vati: 2 bic­chieri ai Lugana Supe­ri­ore del­la Tenu­ta Roveg­lia, Proven­za, Vis­con­ti, Marang­o­na, Ottel­la, e Ca’ Lojera.Di nuo­va usci­ta, questo il suo pri­mo anno, è la Gui­da “I Vini D’Italia 2002” edi­ta da Le guide de L’Espresso e cura­ta da Alessan­dro Mas­naghet­ti che uti­liz­za un sis­tema di val­u­tazione par­ti­co­lare ed uni­co. Molti i vini Lugana e i Lugana Supe­ri­ore che in varie occa­sioni sono sta­ti degus­ta­ti anche se sola­mente tre sono le aziende pro­dut­tri­ci di Lugana seg­nate con appo­site schede: Ca’ dei Frati, Costari­pa e Provenza.Per “I Vini di Veronel­li 2002”, Veronel­li Edi­tore — Gui­da che giunge alla sua tredices­i­ma edi­zione cura­ta dal­lo stes­so Lui­gi Veronel­li con la col­lab­o­razione di Gigi Brozzi­ni e Daniel Thomases -, le aziende ritenute meritevoli di seg­nalazione sono: Avanzi, Berar­di, Ca’ dei Frati, Corte Tosi­ni, Marang­o­na, Monte Cicogna, Pasi­ni Pro­dut­tori, Proven­za, San­ta Cristi­na, Tinazzi,Visconti. Da sot­to­lin­eare poi che Lui­gi Veronel­li asseg­na ogni anno, a pochi e par­ti­co­lari vini che lo han­no emozion­a­to durante gli assag­gi, il riconosci­men­to del “Sole”. Quest’anno a mer­itare questo impor­tante pre­mio è sta­to il Lugana Bro­let­ti­no 1997 del­la Ca’ dei Frati di Sirmione.“Duemilavini – 2002” è invece la Gui­da dell’AIS (Asso­ci­azione Ital­iana Som­me­liers) che com­pie quest’anno il suo ter­zo anno di vita. Una Gui­da che si carat­ter­iz­za per una veste grafi­ca di alta qual­ità, per una ric­ca intro­duzione con infor­mazioni sul­la tec­ni­ca di degus­tazione e un utile glos­sario dei ter­mi­ni usati nel mon­do dei Som­me­liers. Le aziende ven­gono seg­nalate con una breve sche­da stor­i­ca, e i vini migliori con una sche­da di degus­tazione. Queste le aziende seg­nalate: Ca’ dei Frati, Boscai­ni, Costari­pa, Fabi­ano, Lenot­ti, Marang­o­na, Mon­tre­sor, Pasi­ni Pro­dut­tori, Proven­za, Tenu­ta Roveg­lia, San­ti (Grup­po Ital­iano Vini), Sar­tori, Tinazzi, Tom­masi, Can­tine Zenato.Luca Maroni, grande ed ora­mai famoso opin­ion leader del vino ital­iano, nel­la sua “Gui­da dei Vini Ital­iani 2002” ha seg­nala­to, con una sche­da in gui­da ed un com­men­to sul­la pro­duzione, le seguen­ti aziende: Avanzi, Berar­di, Bertani, Bul­gar­i­ni, Ca’ dei Frati, Ca’ Lojera, Can­ti­na di Cus­toza, Can­tine del­la Valte­n­e­si e del Lugana, Il Ses­tante, Marang­o­na, Mon­tre­sor, Ottel­la, Pasi­ni Pro­dut­tori, Per­lati & Mazzeri, Proven­za, Sar­tori, Tinazzi, Tom­masi, Vis­con­ti, Can­tine Zena­to. Luca Maroni, nel­la degus­tazione dei vini usa un suo meto­do personale.

Parole chiave: - -