I migliori mieli nazionali a concorso

19/08/2014 in Attualità, Concorsi
Di Sergio Bazerla

Sono due i con­cor­si indet­ti dal­la ammin­is­trazione comu­nale per pre­mi­are i migliori mieli prodot­ti a liv­el­lo nazionale e regionale, ovvero nel ter­ri­to­rio veneto.

Tut­ti e due scadono il 15 set­tem­bre prossi­mo e le pre­mi­azioni  con ” l’at­tes­ta­to di qual­ità” si ter­ran­no nel pri­mo fine set­ti­mana di otto­bre in occa­sione del­lo svol­gi­men­to del­la Fiera Nazionale ” I Giorni del Miele”.

L’ape d’Oro” è il pre­mio che sarà asseg­na­to ai migliori mieli di pro­duzione nazionale men­tre “l’ape Serenis­si­ma” ai mieli di pro­duzione veneta.

Il pre­mio ha lo scopo di incen­ti­vare la pro­duzione di qual­ità  e di pro­muo­vere il con­sumo del miele pres­so il grande pub­bli­co. L’or­ga­niz­zazione è sta­ta affi­da­ta al Dot­tore Gian­lui­gi Bres­san che si avvar­rà del­la col­lab­o­razione del­l’Al­bo Nazionale Assag­gia­tori di miele di Bologna per la definizione dei para­metri tec­ni­ci, per il giudizio, la selezione dei cam­pi­oni e l’asseg­nazione dei premi.

Gli api­coltori che inten­dono parte­ci­pare ai con­cor­si dovran­no inviare entro il 15 set­tem­bre 2014 per ogni tipo di miele con il quale vor­ran­no con­cor­rere almeno due con­fezioni da 500 gram­mi di prodot­to del­l’alveare, in idonei vasi di vetro, com­ple­ta­mente anon­i­mi oltre ad un bonifi­co ban­car­io di 25 euro intes­ta­to al comune di Lazise, servizio di tesore­ria. I cam­pi­oni di miele van­no indi inviati a: CRA-API Via di Sal­ice­to 80  40128 Bologna alla cortese atten­zione del dot­tore Raf­faele Dall’Olio.

Le cat­e­gorie ammesse al con­cor­so sono:

monoflo­ra, mul­ti­flo­ra ( mille­fiori) e mela­ta. Sono ammesse cam­pi­ona­ture di solo miele italiano.

I due con­cor­si, sia quel­lo nazionale che regionale — sot­to­lin­ea il sin­da­co Luca Sebas­tiano — sono due occa­sioni impor­tan­ti per i pro­dut­tori region­ali e nazion­ali di miele. Anche nelle pas­sate edi­zioni han­no parte­ci­pa­to pro­dut­tori di grande liv­el­lo. E questi attes­ta­ti di qual­ità sono davvero un grande pas­s­apor­to per la qual­ità dei nos­tri mieli, per i mer­cati, per le indus­trie dol­cia­rie. E ” I giorni del Miele” — con­clude Sebas­tiano — sono una vet­ri­na traspar­ente e di gran­dis­si­mo spes­sore anche gra­zie a questi due pre­mi che han­no rag­giun­to fama non solo nazionale ma internazionale.”

Ser­gio Bazerla