Innocenza e Eva

I nomi di oggi

31/10/2000 in Curiosità
A Sona
Di Luca Delpozzo
Dr. DADA & superEva

Proviene dal lati­no ‘Inno­cens’, ‘Inno­cen­tis’, nome com­pos­to dal­la par­ti­cel­la ‘in’ e da ‘nocens’, par­tici­pio pas­sato del ver­bo ‘nocère’ (recar dan­no, nuo­cere). Il suo sig­ni­fi­ca­to è dunque let­teral­mente ‘innocuo’, ‘che non reca dan­no’. Era usato preva­len­te­mente come sopran­nome; furono i cris­tiani ad usar­lo come nome pro­prio. Da ‘Inno­cens’ derivò poi ‘Inno­cen­tius’ (più inno­cente) da cui il nos­tro Inno­cen­za. Sec­on­do il sen­so reli­gioso questo nome sig­nifi­ca­va ‘colei che non ha nes­suna col­pa, che è sen­za peccato’.EvaDeriva dal­l’e­braico ‘Hawah’, che sig­nifi­ca sec­on­do un’in­ter­pre­tazione popo­lare ‘vita’, in quan­to proviene da ‘hay­oh’, vivere. Il reale sig­ni­fi­ca­to res­ta comunque a tut­t’og­gi incer­to. Nel­la Gen­e­si si legge ‘con la cos­to­la che ave­va tolto ad Adamo for­mò il Sig­nore Dio una don­na ques­ta sarà chia­ma­ta ‘Vira­go’. Vira­go equiv­al­e­va al lati­no Vir­go, ossia ‘vergine’, anche se il vero sig­ni­fi­ca­to era ‘vergine dal­l’an­i­mo vir­ile’. Vira­go e’ com­pos­to da ‘vir’ (mas­chio) e da ‘ago’ (io con­duco). In prat­i­ca il nome del­la pri­ma don­na sig­nifi­ca­va in orig­ine ‘io con­duco il mas­chio’. Fu Adamo, sec­on­do la Bib­bia, a mutare il nome in Eva (madre di tut­ti i viven­ti). Tra le Eva famose citi­amo la moglie di Juan Domin­go Per­on, pres­i­dente argenti­no, Eva Duarte (Evi­ta Per­on).