Un incontro

I racconti del 25 aprile

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Elena Cerqui

Incon­tro oggi alle 17 sul­la Resisten­za, nel­la sala con­sil­iare, orga­niz­za­to dall’assessorato alla cul­tura e dal­la , con il ricor­do dei tes­ti­moni diret­ti del 25 aprile 1945 in modo che anche i gio­vani di oggi pos­sano pren­dere conoscen­za di quel­lo che è sta­to. Il panora­ma delle tes­ti­mo­ni­anze cercherà di essere il più esaus­ti­vo pos­si­bile anche con la proiezione del doc­u­men­tario del­la Rai «Ribel­li Briga­ta Per­las­ca» del reg­ista garde­sano Angio Zane. L’introduzione stor­i­ca spet­terà a Mar­cel­lo Zane, autore del libro «25 aprile e din­torni», che porterà anche la pro­pria tes­ti­mo­ni­an­za. San­to Per­saval­li porterà la sua espe­rien­za di par­ti­giano del­la VII Briga­ta «Mat­teot­ti», men­tre Sil­vio Cos­ta, veronese ora res­i­dente a Maner­ba, rac­con­terà l’Europa vista attra­ver­so i trasfer­i­men­ti nei diver­si campi di con­cen­tra­men­to. Cos­ta infat­ti ha vis­su­to l’esperienza del­la pri­gio­nia dall’8 set­tem­bre 1943 fino al set­tem­bre 1945 quan­do è avvenu­ta la lib­er­azione degli inter­nati. Saran­no pre­sen­ti anche Gia­co­mo Orio e Gio­van­ni Leali, due sol­dati di Maner­ba, e Pieri­no Veg­gio, che nel 1945 ave­va solo 15 anni. Ver­rà anche rac­con­ta­to ai pre­sen­ti quale era la con­dizione del ter­ri­to­rio manerbese nell’epoca del­la Resisten­za: la popo­lazione vive­va, come un po’ ovunque, tra mille ristret­tezze; ma già una relazione del mar­zo 1943 pen­sa­va ad un avvenire tur­is­ti­co per Maner­ba, evi­den­zian­do le bellezze nat­u­rali del pae­sag­gio arric­chi­to dalle viti e dagli ulivi, e citan­do come mag­giore attrat­ti­va il Por­to di Dusano.

Parole chiave: