Il Comune adotta il progetto della media «Zanelli»

I ragazzi fanno un piano per una pista ciclabile

Di Luca Delpozzo
se.za.

Gli allievi e gli inseg­nan­ti del­la scuo­la media «Ange­lo Zanel­li» si sono…impadroniti di S. Felice e, per due giorni, han­no gio­ca­to, suona­to, fat­to sport. Tito­lo del­la loro inizia­ti­va: «Ped­ala, ped­ala nel­la cit­tà dei ragazzi». Nel pri­mo pomerig­gio tut­ti gli alun­ni del­la zona (c’er­a­no anche i bam­bi­ni delle ele­men­tari e gli ami­ci di Pueg­na­go) han­no svolto attiv­ità di ori­en­teer­ing in bici, monopat­ti­no, roller e a pie­di sul­la stra­da fino a Portese, chiusa alle auto­mo­bili. Divisi in 24 grup­pi, sono sta­ti chia­mati a rispon­dere a cru­civer­ba, indovinel­li e quiz, sino a giun­gere alla meta. Una sor­ta di maxi cac­cia al tesoro. Il giorno suc­ces­si­vo, nel­la piaz­za prin­ci­pale del paese, davan­ti all’ex Monte di pietà, ani­mazione, teatro, burat­ti­ni, can­ti e flau­ti. In un’at­mos­fera alle­gra, che ha coin­volti abi­tan­ti e tur­isti. Tra le curiosità, il con­cer­to di un’orchest­ri­na dota­ta di pietre, conchiglie, bam­bù; il giro del­l’o­ca, con domande sul­l’­ef­fet­to ser­ra e quan­t’al­tro (ha vin­to Emanuele Libero Ribel­li, men­tre il sin­da­co Ambro­gio Flo­ri­oli si è sen­ti­to dare del­l’im­broglione per avere fat­to un paio di pas­si avan­ti); l’e­s­po­sizione di piat­ti di vetro dec­o­rati; dis­eg­ni, filas­troc­che, fiabe, ricerche. In ser­a­ta, nel cor­tile del Palaz­zo comu­nale, l’asses­sore alla PI Mas­si­mo Moret­ti ha con­seg­na­to a Ines Leali (3^ H) e Chiara Man­to­vani (3^ G) le inti­to­late a Cesa­ri­na Ric­ca Tedesco e Francesco Marpi­cati. «La man­i­fes­tazione ‑spie­ga la sin­daches­sa Sil­via Comaglio, classe 2^ G, con tan­to di fas­cia tri­col­ore- è il risul­ta­to di un per­cor­so real­iz­za­to gra­zie alla col­lab­o­razione del Comune, del­la Gar­dair, dei gen­i­tori (come il geome­tra Gian­piero Bac­co­lo), del grup­po , dei Vig­ili urbani e dai tec­ni­ci del­la Provin­cia. Pren­den­do spun­to da una pro­pos­ta del­la , abbi­amo anal­iz­za­to la tem­at­i­ca del­l’aria, per con­statare la vivi­bil­ità del nos­tro ambi­ente, e trovare soluzioni adat­te. Il lan­cio del­l’inizia­ti­va è avvenu­to nel mese di novem­bre, espo­nen­do lenzuo­la alle finestre di abitazioni pri­vate ed edi­fi­ci pub­bli­ci. Dopo avere con­sul­ta­to gli esper­ti di Palaz­zo Bro­let­to e del­la Cam­fil, un’azien­da svedese leader nel­la pro­duzione dei fil­tri, abbi­amo las­ci­a­to spazio alla nos­tra fan­ta­sia, cre­an­do un CD». Il vicesin­da­co Nicolò Bac­co­lo: «Il pun­to forte del nos­tro lavoro è sta­ta l’ideazione di un per­cor­so ciclo-pedonale S.Felice-Portese, che sfrut­ta lo spazio del mar­ci­apiede esistente. Non è la soluzione ide­ale, ma l’u­ni­ca pos­si­bile. Questi gli inter­ven­ti nec­es­sari: instal­lazione di un semaforo, col­lo­cazione dei cartel­li stradali e del­la seg­nalet­i­ca, mod­i­fiche al man­to d’as­fal­to. Abbi­amo richiesto alla Provin­cia di inserire una pista nel trat­to da Cisano a S.Felice. Sarebbe bel­lo met­tere a pos­to il per­cor­so nat­u­ral­is­ti­co Por­to di Portese — Baia del Ven­to, e da qui a S.Felice». Mas­si­m­il­iano Leali, asses­sore alla PI del­la Cit­tà dei ragazzi: «Il nos­tro prog­et­to è sta­to pre­mi­a­to a Berg­amo il 16 mag­gio, nel cor­so di Ambi­ente. E 52 ragazzi han­no effet­tua­to uno stage di tre giorni a Pisogne. Il Bro­let­to ci pre­mierà con una tele­cam­era». I pro­fes­sori che han­no cura­to l’inizia­ti­va: Lucia Aime, Lau­ra For­cel­la, Pin­uc­cia Ric­ci, Fabio Mari, Grazia Lom­bar­do e Amedeo Mon­far­di­ni. In pas­sato la scuo­la media Zanel­li ave­va trasfor­ma­to gli allievi in guide ai mon­u­men­ti stori­ci, a Palaz­zo Cominel­li di Cisano; sol­lecitan­do gli Alpi­ni ad attrez­zare con pan­chine, stec­ca­ti e gra­di­ni il per­cor­so a lago a S.Fermo, di fronte all’. Il sin­da­co «vero», Flo­ri­oli è tor­na­to a casa col prog­et­ti­no con­fezion­atogli dai ragazzi. Lo ha giu­di­ca­to «molto inter­es­sante», spie­gan­do che la Provin­cia provved­erà ad allargare la stra­da Cisano‑S.Felice nel 2002 (impeg­no pre­so dal­l’asses­sore Paroli­ni). Spe­sa: un mil­iar­do e 100 mil­ioni. Già pre­vista, a fian­co, la real­iz­zazione di una pista . Intan­to gli architet­ti Bona e Fanoni stan­no redi­gen­do il prog­et­to pre­lim­inare del per­cor­so a lago.