Folta delegazione dell’Arthob nella capitale per il Giubileo. Wojtyla: «Voi i protagonisti della comunione orizzontale»

I ristoratori vanno a Roma alla benedizione del Papa

20/11/2000 in Avvenimenti
Parole chiave: - - -
Di Luca Delpozzo
e.n.

Fol­ta del­egazione dell’Arthob nel­la cap­i­tale per il Giu­bileo I ris­tora­tori van­no a Roma alla benedi­zione del Papa Wojty­la: «Voi i pro­tag­o­nisti del­la comu­nione oriz­zon­tale» Roma val bene una pausa e il peri­o­do gius­to, tra il tut­to esauri­to del­la sta­gione esti­va e i tour de force del peri­o­do natal­izio, è pro­prio questo, per i ris­tora­tori bres­ciani che han­no cel­e­bra­to nei giorni scor­si il loro Giu­bileo. L’inizia­ti­va del pel­le­gri­nag­gio era sta­ta lan­ci­a­ta per tem­po. Spen­ti i for­nel­li o affida­to a mani sicure il servizio tra cuci­na e sala, un buon grup­po in rap­p­re­sen­tan­za del­l’As­so­ci­azione ris­toran­ti trat­to­rie hos­terie bres­ciana si è mes­sa in viag­gio, dan­dosi appun­ta­men­to davan­ti alla sede di via Mal­ta. Tra i 49 parte­ci­pan­ti, il set­tore era ben rap­p­re­sen­ta­to nelle sue diverse com­po­nen­ti: dal grande alber­go dell’hinterland al res­i­dence cit­tadi­no, dai ris­toran­ti in auge ai locali tipi­ci. Il con­siglio diret­ti­vo era pre­sente pres­sochè al com­ple­to, a par­tire dal pres­i­dente Beppe Dat­toli, dal vicepres­i­dente Mau­ro Mon­di­ni e dal seg­re­tario Beppe Roc­ca. Il cli­ma non è sta­to sem­pre favorev­ole, durante la sos­ta a Orvi­eto e le vis­ite ai mon­u­men­ti romani ma, tra un acquaz­zone e una schiari­ta, il ruoli­no di mar­cia è sta­to tut­to rispet­ta­to con l’aggiunta di qualche piacev­ole fuoripro­gram­ma, come il per­cor­so tra le fontane illu­mi­nate nell’imprevedibile qui­ete del­la cit­tà not­tur­na e un improvvisato , con con­seg­na di gagliardet­ti, al col­le­ga che ha dato buona pro­va del­la cuci­na tipi­ca romana. La pausa più impor­tante, il mal­tem­po l’ha provvi­den­zi­a­mente con­ces­sa per la mat­ti­na­ta dell’udienza papale. La sveg­lia è suona­ta all’alba, per con­sen­tire al grup­po di con­quistare per tem­po una buona postazione in piaz­za San Pietro. Lo zelo è sta­to rip­a­ga­to e tut­ti han­no avu­to l’emozione di salutare il Papa da vici­no. In una fol­la di almeno diec­im­i­la per­sone, tra i gio­vani di San Fran­cis­co, il Boav­ista foot­ball Club e il coro di Brasil­ia, anche i ris­tora­tori di Bres­cia si son fat­ti sen­tire quan­do è sta­ta seg­nala­ta la loro pre­sen­za. Era ded­i­ca­ta all’eucarestia, «come sim­bo­lo di unità e car­ità», l’omelia del Papa. Gio­van­ni Pao­lo II ha par­la­to di una «comu­nione di tipo ver­ti­cale» dell’uomo con Dio e di «una comu­nione di tipo oriz­zon­tale frater­no», nel­la con­di­vi­sione del pane e del . Le sue parole han­no toc­ca­to corde sen­si­bili, tra chi vive nel­la quo­tid­i­an­ità l’arte di apparec­chiare le mense. Le nuv­ole cariche di piog­gia sono pun­tual­mente ricom­parse nel pomerig­gio, ma all’interno del­la Basil­i­ca e dei Musei Vat­i­cani non pote­vano ormai più dare fas­tidio. Nata per innalzare il liv­el­lo di pro­fes­sion­al­ità degli oper­a­tori locali, impeg­na­ta ad orga­niz­zare a rit­mo con­tin­uo inizia­tive di for­mazione e di aggior­na­men­to, l’Arthob non ha mai mes­so in sec­on­do piano l’e­si­gen­za di creare momen­ti d’in­con­tro, per favorire la rec­i­p­ro­ca conoscen­za e la col­lab­o­razione in vista di obi­et­tivi comu­ni. L’ot­to­bra­ta, la cena natal­izia e il del ris­tora­tore sono ormai momen­ti imman­ca­bili nel cor­so del­l’an­no sociale ma l’an­no del Giu­bileo mer­i­ta­va una sot­to­lin­ea­tu­ra par­ti­co­lare. Abit­uati a ritrovar­si in cli­ma di lavoro o di fes­ta, i ris­tora­tori han­no sta­vol­ta trova­to una sin­to­nia sul piano spir­i­tuale. e.n.

Parole chiave: - - -