I sindaci dei paesi vicini criticano lo stanziamento a sorpresa di 120 milioni erogato dalla Regione. Venezia puntualizza: li abbiamo concessi perché ha insistito molto

I soldi ci sono ma soltanto per Garda

22/12/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Figli di un dio minore o meno intrapren­den­ti di Gar­da? La doman­da sorge spon­tanea di fronte al con­trib­u­to di 120 mil­ioni eroga­to dal­la Regione al Comune del medio lago per l’alles­ti­men­to del­la rius­ci­ta man­i­fes­tazione « tra gli olivi». Già per­ché se a Gar­da fioc­cano le inizia­tive negli altri pae­si del­la Riv­iera veronese l’ar­ri­vo delle fes­tiv­ità natal­izie non ha por­ta­to par­ti­co­lari novità rispet­to al recente pas­sato e ancor meno con­tribu­ti da Palaz­zo Bal­bi. Una dis­par­ità di trat­ta­men­to che las­cia spazio a più di un inter­rog­a­ti­vo e a pen­sieri poco natal­izi. Preferiscono però non innescare polemiche o entrare nel mer­i­to del­la dis­tribuzione uni­vo­ca dei fon­di i pri­mi cit­ta­di­ni bena­cen­si. Solo a tac­cuino chiu­so si las­ciano andare a qualche bat­tuti­na sen­za però mai affon­dare i colpi nei con­fron­ti del col­le­ga di Gar­da che a Verona siede anche nel­la Giun­ta del pres­i­dente del­la Provin­cia Alear­do Merlin.

Parole chiave: