Dopo 5 anni di permanenza in via Gramsci la polizia locale fa trasloco.Da domani pronta la nuova sede di palazzo Bagatta

I vigili tornano a casa

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Da domani, dopo cinque anni di per­ma­nen­za forza­ta nei locali di pro­pri­età del­la casa di riposo «Sant’angela Meri­ci» di via Gram­sci, gli uffi­ci del­la di Desen­zano torner­an­no nel­la cor­nice del palaz­zo comu­nale. I nuovi spazi ris­er­vati agli agen­ti sono sta­ti rica­vati per la pre­ci­sione in via Car­duc­ci 2, nei locali nei quali fino a pochi anni fa c’era l’«Informagiovani». Dopo notevoli lavori di ristrut­turazione ed ampli­a­men­to, final­mente la polizia locale avrà una sede deco­rosa e fun­zionale este­sa all’intero pianter­reno di palaz­zo Bagat­ta, che si affac­cia all’angolo tra le vie Sant’Angela Meri­ci e Car­duc­ci. Non sono in pochi, però, a nutrire qualche per­p­lessità su ques­ta scelta, per via del­la caren­za di parcheg­gi e dell’impossibilità di accedere nelle strade sopra citate, che rien­tra­no in una vas­ta zona a traf­fi­co lim­i­ta­to con tan­to di pilo­mat. Purtrop­po, però, l’amministrazione comu­nale non ha locali di sua pro­pri­età fuori dal cen­tro stori­co, e a fronte di una scelta più decen­tra­ta avrebbe dovu­to sbor­sare uno notev­ole canone d’affitto. In una nota dif­fusa ieri da palaz­zo Bagat­ta viene sot­to­lin­eato pro­prio questo aspet­to, non cer­to sec­on­dario. «L’operazione per­me­t­terà, oltre a un risparmio sulle spese d’affitto — comu­ni­cano dal Munici­pio -, di riportare le fun­zioni di vig­i­lan­za vicine agli altri uffi­ci comu­nali, con ben­efi­ci effet­ti sia per il per­son­ale, sia per il pub­bli­co». L’attuale organ­i­co del cor­po, che è com­pos­to da 20 agen­ti, 4 uffi­ciali e dal coman­dante Car­laber­to Pres­ic­ci, godrà di spazi adeguati per i servizi, come la cen­trale oper­a­ti­va e gli uffi­ci oper­a­tivi, per gli spoglia­toi e per la cam­era di sicurez­za pre­vista dal­la nor­ma­ti­va giudiziaria. In non poche occa­sioni gli agen­ti sono sta­ti al cen­tro di aggres­sioni da parte di mal­viven­ti ai quali veni­vano con­tes­ta­ti reati. Una cel­la nel­la quale rinchi­ud­ere le per­sone arrestate in atte­sa delle for­mal­ità era quin­di diven­ta­ta essen­ziale. Non sono pre­viste, per ora, vari­azioni dei recapi­ti tele­foni­ci (030–9912365), e nep­pure negli orari di aper­tu­ra (dal lunedì al ven­erdì dalle 9 alle 12). Ma la polizia locale infor­ma comunque i cit­ta­di­ni che da domani a ven­erdì potreb­bero ver­i­fi­car­si dif­fi­coltà nei col­lega­men­ti tele­foni­ci e nei servizi di sportel­lo. L’ufficio tornerà a fun­zionare rego­lar­mente da lunedì 22.

Parole chiave: