Bandiera del lago. Altro successo dell’equipaggio di Peschiera, Bardolino non va in finale

Ichtya conquista l’Iseo

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
a.j.

Iseo. Ichtya inar­resta­bile anche sul Sebi­no. Impostisi facil­mente nel­la pri­ma bat­te­ria, i rema­tori di Peschiera (Pao­lo Tac­coni, Mas­si­mo Rai­mon­di, Ste­fano e Osval­do Maz­zure­ga) si sono poi aggiu­di­cati la pro­va deci­si­va val­i­da come pre­mio di ser­a­ta. Un ter­zo suc­ces­so con­sec­u­ti­vo che assi­cu­ra alla Ichtya un van­tag­gio di otto pun­ti in grad­u­a­to­ria sul­la bis­sa Gar­da e di ben ven­ti pun­ti sul­la Bar­dolino, che non è rius­ci­ta ad Iseo a entrare nel­la gara finale in quan­to è arriva­ta soltan­to terza nel­la manche vin­ta da Gar­da, segui­ta dal­la Portesina, con al quar­to pos­to la Bir­ba (Lazise) e al quin­to Preon­da (Bar­dolino). Non dis­per­a­no comunque i rema­tori del Cen­tro nau­ti­co, inten­zionati a difend­er­si dagli assalti delle barche inse­gui­tri­ci anche nel­la prossi­ma gara di Gargnano (saba­to 14) in atte­sa di recu­per­are Bruno Maf­fez­zoli, il pri­mo remo a riposo a causa di un infor­tu­nio al ginoc­chio. «L’obiettivo res­ta quel­lo di non uscire dal pri­mo grup­po», fa pre­sente Luciano Mon­tre­sor, «quel­lo delle sei bisse che nel­la rega­ta finale si con­tender­an­no la ». Lun­go­la­go affol­latis­si­mo domeni­ca sera ad Iseo, dopo il rin­vio del­la man­i­fes­tazione bloc­ca­ta il giorno prece­dente a causa del for­tu­nale abbat­tutosi su tut­ta le Lom­bar­dia, con il pub­bli­co davvero scate­na­to quan­do sono sce­si in acqua gli equipag­gi di casa con la Clu­san­i­na a spun­tar­la di un sof­fio sul­la Fos­ca­ri­na (Gar­done), segui­ta dal­la Sebi­na e più dis­tanzi­ate Regi­na Ade­laide (Gar­da), Bena­cense Ca’ da Mosto. Esaltante la finale, con un tes­ta a tes­ta tra la Ichtya pri­ma davan­ti a Gar­da di un sec­on­do e nell’ordine Clu­san­i­na, Portesina, Serenis­si­ma e Foscarina.

Parole chiave: