Igiene urbana: a Lonato del Garda la differenziata supera il 74% e aumentano i servizi sul territorio

07/04/2018 in Attualità
Di Redazione

L’attenzione al decoro e all’igiene urbana cresce con l’implementazione dei servizi che il Comune di Lonato del Garda attiva su tutto il suo territorio, che tra capoluogo e frazioni si estende per circa 70 kmq.

Nell’anno 2017 si è raggiunto un nuovo record per la percentuale di raccolta differenziata, che dal 42,28% del 2012 – anno di introduzione del sistema di raccolta “porta a porta” – si attesta oggi al 74,7% (dato 2017).

«L’incremento quasi doppio della percentuale analizzata – commenta l’assessore all’Ecologia Christian Simonetti – dimostra come il sistema di raccolta adottato e la corretta gestione di tale servizio integrato, con il potenziamento del servizio nei due centri di raccolta, siano state le giuste strade da intraprendere per migliorare il risultato complessivo e aiutare i lonatesi in questo impegno di separare e smaltire correttamente i propri rifiuti».

Negli ultimi due anni sono stati estesi gli orari di apertura degli impianti a favore degli utenti con la novità, a partire dal 2016, dell’apertura domenicale in primavera ed estate dell’isola ecologica di via Rassica, da quest’anno per sei mesi, da aprile a ottobre. A Centenaro invece l’orario di apertura settimanale si estende di otto ore (con apertura anche il sabato).

Si è inoltre provveduto a concludere la prima fase di ristrutturazione dell’impianto della Rassica per adeguarlo alle recenti prescrizioni normative e per incrementare sia i volumi di raccolta che le tipologie di rifiuto. Nei prossimi mesi dovrebbe essere completata la riqualificazione con la dotazione di un sistema di pesatura, l’ampliamento della superficie del centro e l’informatizzazione degli accessi al centro di raccolta.

Il servizio di igiene urbana sul territorio è attualmente garantito tramite l’impiego di personale extra Garda Uno, in forza alla società Lonato Servizi, ovvero tre operatori presso i centri di raccolta della Rassica e  di Centenaro e due operatori attivi sul territorio.

«Il Comune si avvale inoltre – continua l’assessore Simonetti – di una squadra composta da due operatori e due mezzi che, con il coordinamento del nostro Ufficio Ecologia, hanno il compito di verificare e raccogliere i rifiuti che vengono abbandonati da ignoti sul territorio comunale, documentare eventuali testimonianze e prove che attribuiscano la responsabilità dell’illecito, comunicare la documentazione all’ufficio comunale per la verbalizzazione e l’emissione della sanzione (nel 2017 sono state emesse 30 sanzioni di questo tipo). Recentemente il servizio è stato dotato di fototrappola di videosorveglianza per incrementare l’area controllabile».

Soprattutto ai cambi di stagione è particolarmente importante per il decoro urbano il servizio di spazzamento meccanico sul territorio: è organizzato sei giorni su sette, per tutto l’anno, sul comprensorio comunale, con una programmazione analitica che segue la seguente frequenza: trisettimanale nel centro storico, settimanale per piste ciclabili e parchi, quindicinale periferia del capoluogo, mensile nelle frazioni, settimanale per il giorno di mercato e stagionale autunno/inverno per il “piano foglie” nelle vie alberate.

Al servizio meccanico, si aggiunge quello di spazzamento manuale, attivo nel centro storico, nella zona delle scuole, nelle aree giochi, su marciapiedi e scalinate e nei parcheggi, con la collaborazione della Comunità “Villaregia” di Lonato.

Sempre per favorire il decoro urbano, infine, sono stati acquistati 40 nuovi cestini gettacarte che, sommati a quelli già presenti sul territorio, portano la dotazione a 160 unità, distribuiti tra centro e frazioni, con una conseguente implementazione del servizio di svuotamento.

Commenti

commenti