45 bis: il Comune vuol escludere l’Anas

Il 10 marzo assemblea cruciale della Comunità

21/02/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
se.za.

Nel con­siglio comu­nale di Gar­done Riv­iera si è par­la­to anche del­lo strap­po fra Pao­lo Ele­na, sin­da­co di Toscolano Mader­no, e la . «Mi piac­erebbe capire quali sono le reali moti­vazioni di quel­lo che è suc­ces­so — ha osser­va­to Gui­do Armelli­ni di Forza Italia -. E aggiun­go un’al­tra con­sid­er­azione: non vor­rei che, sul­la nasci­ta del con­sorzio Riv­iera degli Ulivi, avesse influito l’in­sod­dis­fazione per la scarsa attiv­ità del­la Comu­nità. Non vor­rei che i due organ­is­mi si riv­e­lassero un doppi­one». Il sin­da­co Baz­zani ha rispos­to di avere par­la­to col neo­pres­i­dente Giuseppe Mongiel­lo. «Il 10 mar­zo, a , si ter­rà l’assem­blea gen­erale, con l’ag­gior­na­men­to del bilan­cio pre­ven­ti­vo. E lì Mongiel­lo esporrà le linee gui­da. Non dimen­tichi­amo­ci che la Comu­nità attua una pro­mozione tur­is­ti­ca per tut­to il lago», ha ricorda­to Baz­zani, invi­tan­do alla mod­er­azione e a non seguire gli sbalzi di umore di Ele­na. Ulti­mo nodo: la 45 bis. Il sin­da­co di Gar­done Riv­iera ha rifer­i­to del mal­con­tento nei con­fron­ti del­l’Anas. «All’ul­ti­ma riu­nione, svoltasi a Gargnano, non ha manda­to nes­sun tec­ni­co, nonos­tante l’in­vi­to. Abbi­amo allo­ra chiesto, assieme a Bruno Faus­ti­ni, pres­i­dente del­la Comu­nità mon­tana-par­co, che l’Anas ven­ga estromes­sa dal­la ges­tione del­la 45 bis. Vor­rem­mo che il gravoso incar­i­co pas­sasse all’am­min­is­trazione provin­ciale. Sicu­ra­mente, sarebbe capace di fare molto meglio».

Parole chiave: