Al d’Annunzio il record di puntualità

Il 2 aprile 2007 partivano da Brescia i primi voli postali

01/04/2008 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Com­pie un anno l’accordo stret­to tra e l’aeroporto di Bres­cia-Mon­tichiari per la dis­tribuzione del­la cor­rispon­den­za a liv­el­lo nazionale.La tap­pa è sta­ta salu­ta­ta con una val­u­tazione decisa­mente pos­i­ti­va dal diret­tore del set­tore Trasporti di Poste Ital­iane, Ric­car­do Sci­olti. “Siamo molto sod­dis­fat­ti — ha det­to — del­la scelta fat­ta un anno fa: lo sca­lo di Bres­cia ha garan­ti­to un’ottima per­for­mance oper­a­ti­va, sup­por­t­a­ta da una col­lab­o­razione ide­ale con il man­age­ment, con tut­ti gli oper­a­tori e dall’importante aiu­to di Enac, Enav, assieme alle autorità mil­i­tari”. L’apprezzamento espres­so dal­la direzione di Poste Ital­iane nei con­fron­ti del­la lavoro svolto a Bres­cia è del resto con­fer­ma­to dai dati reg­is­trati in 12 mesi di attiv­ità. Se tra il 2 aprile 2007 e la fine del­lo scor­so anno, era­no sta­ti trasportati oltre 22 mila ton­nel­late di cor­rispon­den­za, nei pri­mi tre mesi del 2008 le ton­nel­late in movi­men­to sono già più di ottomi­la, facen­do quin­di pre­sa­gire uno svilup­po ancor più bril­lante dell’anno scor­so. Sec­on­do i ril­e­va­men­ti del set­tore Car­go, la pos­i­tiv­ità del servizio non si fer­ma del resto alla quan­tità di let­tere dis­tribuite in tut­ta Italia con il servizio di hub postale for­ni­to dal D’Annunzio. La pun­tu­al­ità — e soprat­tut­to la capac­ità di recu­per­are i ritar­di in arri­vo — è un altro trat­to dis­tin­ti­vo del­la strut­tura bres­ciana: se nel 2007 era sta­to super­a­to il 75 per cen­to delle parten­ze in orario, nel 2008 lo stan­dard si è ulte­ri­or­mente alza­to arrivan­do all’87 per cen­to. “Ringrazio il Con­siglio di Ammin­is­trazione che mi ha pre­ce­du­to per aver reso pos­si­bile l’accordo con Poste Ital­iane, con cui pros­egue oggi un rap­por­to di col­lab­o­razione par­ti­co­lar­mente costrut­ti­vo” ha dichiara­to Pier­lui­gi Angeli, pres­i­dente del­la D’Annunzio SpA. “Il bril­lan­ti risul­tati rag­giun­ti in questo anno di lavoro sono sta­ti ottenu­ti anche gra­zie alla flessibil­ità oper­a­ti­va del­lo sca­lo e alla capac­ità pro­fes­sion­ale dei nos­tri collaboratori”.Fondamentali inoltre gli inves­ti­men­ti sostenu­ti a Bres­cia dal­la soci­età di ges­tione degli aero­por­ti del Gar­da: cir­ca 30 mil­ioni di euro, spe­si tra il 2003 e il 2008, ind­i­riz­za­ti al poten­zi­a­men­to delle capac­ità oper­a­tive del D’Annunzio.

Parole chiave:

Commenti

commenti