Cibi e escursioni Stasera primo appuntamento a tutto fungo

Il Baldo in tavola per cinque mesi

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
San Zeno di Montagna

«È una delle più impor­tan­ti inizia­tive di val­oriz­zazione dei nos­tri e del­la nos­tra gas­trono­mia mai ten­tate sul ». È così che il sin­da­co di San Zeno di Mon­tagna, Cipri­ano Castel­lani, pre­sen­ta «Il Monte Bal­do in tavola», una lun­ga serie di degus­tazioni e di escur­sioni sul ter­ri­to­rio baldense, che prende avvio oggi per con­clud­er­si solo il 20 gen­naio del 2003. Una ker­messe tur­is­ti­co gas­tro­nom­i­ca nata dal­la col­lab­o­razione fra un grup­po di ris­tora­tori di San Zeno e Coster­mano, una fol­ta schiera di aziende vini­cole e tre realtà asso­cia­tive del­la zona: Slow Food del Gar­da veronese, l’associazione I Ghiot­toni di Tor­ri del Bena­co e gli ani­ma­tori cul­tur­ali e ambi­en­tali di Capri­no, che fan­no capo al Cen­tro tur­is­ti­co gio­vanile. La rasseg­na «Il Monte Bal­do in tavola» si arti­co­la in cinque sezioni, cias­cu­na delle quali prevede tre sot­tosezioni: menù degus­tazione nei ris­toran­ti, cene di gala ed itin­er­ari gui­dati. Si com­in­cia, come si dice­va, ques­ta sera con «A tut­to fun­go sul Monte Bal­do». Sino al 19 set­tem­bre i ris­toran­ti Costa­bel­la, Gia­r­dinet­to e Kus di San Zeno di Mon­tagna pro­por­ran­no orig­i­nali menù a base appun­to di funghi. Il 28 agos­to si ter­rà invece al ris­torante La Casa degli Spir­i­ti di Coster­mano la pri­ma delle cinque cene di gala pre­viste dal­la rasseg­na: il quin­tet­to di ser­ate sarà accom­pa­g­na­to dalle bot­tiglie delle aziende del Grup­po Ital­iano Vini. Le escur­sioni tra i boschi balden­si si svol­ger­an­no il 24 agos­to e il pri­mo set­tem­bre. Dal 20 set­tem­bre al 19 otto­bre ecco «Far San Michél: i for­mag­gi». Sta­vol­ta di sce­na nel terzet­to di ris­toran­ti di San Zeno saran­no ovvi­amene menù a base di prodot­ti caseari, così come intera­mente a base di for­mag­gi sarà la cena di gala del 25 set­tem­bre alla Casa degli Spir­i­ti. Ovvi­a­mente la mèta delle passeg­giate, pro­gram­mate il 21 set­tem­bre e il 13 otto­bre, saran­no le mal­ghe del Bal­do. Il tut­to per cel­e­brare la fiera di San Michél, che si svolge in Pra­da il 29 set­tem­bre e seg­na da sec­oli la fine dell’alpeggio. Dal 20 otto­bre al 19 novem­bre ecco la quin­ta edi­zione di «San Zeno castagne & », con piat­ti a base di mar­roni di San Zeno e castagne del Bal­do. La cena di gala si svol­gerà il 23 otto­bre, men­tre le gite (il 26 otto­bre e il 10 novem­bre) con­dur­ran­no a conoscere i castag­neti di San Zeno. Nuo­va pro­pos­ta gas­tro­nom­i­ca dal 20 novem­bre al 19 dicem­bre: è il turno del tartu­fo nero baldense. Di sce­na la quin­ta edi­zione di «Conosci il tartu­fo del Bal­do?», coi menù degus­tazione nei tre ris­toran­ti sanzenati e la fes­ta di gala nel locale coster­ma­nense il 20 novem­bre. Le passeg­giate pro­gram­mate dal Ctg por­tano sta­vol­ta dal Bal­do al Gar­da il 23 novem­bre e l’8 dicem­bre. Altra serie di ghiotte pro­poste fra il 20 dicem­bre e il 20 gen­naio. In questo caso è la sola tav­er­na Kus a pro­porre menù a base di sel­vaggi­na (la sezione s’in­ti­to­la «Di piu­ma e di pelo: la sel­vaggi­na», men­tre La Casa degli Spir­i­ti dà appun­ta­men­to il 18 dicem­bre con l’ultima cena di gala. Gli ani­ma­tori capri­ne­si porter­an­no i buongus­tai a Naole (il 21 dicem­bre) e in Pra­da (il 12 gennaio).

Parole chiave: -