Tasse e tariffe: niente aumenti. In arrivo parcheggi e case in cooperativa

Il bilancio comunale

17/01/2004 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Tar­iffe e imposte comu­nali: tut­to come pri­ma a Salò. Lo ha annun­ci­a­to l’assessore al bilan­cio Nico­la Scot­ti, con una relazione piena zep­pa di con­ferme. «Per il 2004 con­fer­mi­amo tutte le tar­iffe in atto, sen­za ricor­rere a mod­i­fiche — ha sot­to­lin­eato Scot­ti -. L’I­ci res­ta al 4 per mille (pri­ma casa) e al 7 per le altre unità immo­bil­iari. Il get­ti­to, che si aggi­ra su tre mil­ioni e 260 mila euro, potrebbe aumentare in segui­to alle attiv­ità di accer­ta­men­to degli uffi­ci trib­u­tari e alle nuove costruzioni. Riman­gono inal­ter­ate anche la tas­sa per la rac­col­ta e lo smal­ti­men­to dei rifiu­ti soli­di urbani (i costi sono cop­er­ti all’82%), il canone per l’oc­cu­pazione del suo­lo pub­bli­co e le tar­iffe dei par­cometri, l’im­pos­ta sul­la pub­blic­ità. L’ad­dizionale Enel non viene appli­ca­ta». «Ai comu­ni — ha aggiun­to l’assessore — non com­pete più la deter­mi­nazione delle tar­iffe per il servizio idri­co inte­gra­to (fog­na­ture, acque­dot­to), dal­lo scor­so luglio trasferi­ta in capo all’A­to. Il pas­sag­gio dal­la Regione agli enti locali del­la ges­tione dei por­ti e delle aree extra (boe, con­ces­sioni dema­niali) con­sente di avere un’en­tra­ta di cir­ca 50mila euro, des­ti­na­ta a crescere nel tem­po». Fra le opere pub­bliche, pre­viste in 5 mil­ioni e 450 mila euro, Scot­ti ha ricorda­to che alcune derivano dal­la revi­sione del bilan­cio 2003, come la real­iz­zazione di un con­sis­tente trat­to del­la rete fog­nar­ia in viale Lan­di (l’in­ter­ven­to par­tirà in tem­pi bre­vi), la sis­temazione delle aree esterne al nuo­vo liceo di Cam­pov­erde (un mil­ione di euro), l’ul­ti­mo lot­to del­la stra­da par­co che col­legherà la roton­da a fian­co del vec­chio cam­po sporti­vo di cal­cio con la 45 bis, la statale Garde­sana (725 mila euro). «Dopo il trat­to dal Muli­no alla pizze­ria Vela — pros­egue l’asses­sore -, il 2004 vedrà anche la costruzione del sec­on­do stral­cio del­la passeg­gia­ta a lago sostenu­ta dagli Ami­ci del Gol­fo. Alla par­roc­chia di Vil­la dare­mo un con­trib­u­to di 100mila euro per il nuo­vo campet­to di cal­cio. E’ pre­vis­to uno stanzi­a­men­to di 150mila euro in local­ità Bura­go per la tutela idro­ge­o­log­i­ca. Affider­e­mo poi l’in­car­i­co rel­a­ti­vo alla prog­et­tazione di un piano per l’edilizia eco­nom­i­co popo­lare, che riguarderà aree già di pro­pri­età comu­nale: in local­ità Gasia per anziani (con pos­si­bil­ità di acquisire con­tribu­ti region­ali a fon­do per­du­to fino all’80% del­l’in­ter­ven­to) e a Vil­la». Inoltre un ter­zo del­la cubatu­ra nel­l’ex cam­po sporti­vo Amadei, 4mila su 12mila, sarà des­ti­na­ta all’edilizia con­ven­zion­a­ta, cioè allog­gi da cedere a prezzi con­ven­zionati a favore di deter­mi­nate cat­e­gorie. Gli ammin­is­tra­tori, che in pri­mav­era dovran­no affrontare le elezioni (il sin­da­co , di Forza Italia, è già usci­to allo scop­er­to, dichiaran­do la sua disponi­bil­ità a cor­rere di nuo­vo), ricor­dano l’ese­cuzione, sem­pre nel 2004, di due piani par­ti­co­lareg­giati: l’ex Pir di via Brunati (si cer­ca il part­ner cui affi­dare l’at­tuazione con la for­mu­la del project financ­ing); l’al­tro riguar­da l’ex calza­tu­rifi­cio (sarà trasfor­ma­to in cen­tro com­mer­ciale). «I due inter­ven­ti — ha ricorda­to Scot­ti — con­sen­ti­ran­no di real­iz­zare anche due parcheg­gi pub­bli­ci di notevoli dimen­sioni: alleg­geri­ran­no la penuria di posti auto nel cen­tro stori­co di Salò». Si prevede infine di approvare una vari­ante ordi­nar­ia al Piano rego­la­tore (“intende dare rispos­ta alle istanze per­venute dal­l’an­no 1999 ad oggi”), un nuo­vo rego­la­men­to edilizio e le norme tec­niche di attuazione. Sì anche al com­par­to Sire­na. Dopo lun­ga dis­cus­sione, di cui riferire­mo in un suc­ces­si­vo arti­co­lo, il bilan­cio è pas­sato col voto favorev­ole del­la mag­gio­ran­za, che si riconosce nelle posizioni del cen­tro destra, e con­trario delle minoranze.

Parole chiave: