Oggi sul lungolago le specialità bavaresi. Da domani a giovedì lesso, pearà e una lotteria sociale

Il calcio gardesano al Natale tra gli olivi

27/11/2005 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
(a.p.)

Stin­co di maiale, pane bavarese, dol­ci con la can­nel­la: il pri­mo fine set­ti­mana del tra gli olivi è tut­to all’insegna del­la gas­trono­mia ger­man­i­ca. Ma da lunedì la musi­ca cam­bia. Si par­lerà veronese: arri­va il lesso con la pearà. Dopo i tedeschi, toc­ca ai garde­sani. La for­mu­la del Natale tra gli olivi vuole infat­ti che nei fine set­ti­mana siano pro­tag­o­nisti le comu­nità ospi­ti, men­tre fra il lunedì e il giovedì sono di sce­na le asso­ci­azioni locali. Così, se il week end inau­gu­rale del­la lun­ga ker­messe natal­izia è con­no­ta­to dal­la cuci­na e dal fol­clore del­la Baviera, con la pre­sen­za del­la cit­tad­i­na di Beil­ngries gemel­la­ta con Gar­da, da domani e fino a giovedì pri­mo dicem­bre è di turno l’associazione calcis­ti­ca del paese riv­ieras­co, che con­ta tra le pro­prie fila fior di cucinieri, tant’è che già l’anno pas­sato il bol­li­to mis­to furoreg­giò sot­to il ten­done ris­torante. E c’è già chi aspet­ta il bis. Servi­to ai tavoli da camerieri d’eccezione: a far­si por­ta­vi­vande sono il pres­i­dente Pier­lui­gi dall’Ora, il suo vice Gae­tano Lenot­ti, il diret­tore gen­erale Vit­to­rio Zampi­ni e tut­ti gli altri com­po­nen­ti del­la com­pagine rossoblù. Uni­ca eccezione il seg­re­tario Vit­tori­no Zanet­ti, che sic­come è com­mer­cial­ista viene mes­so alla cas­sa. A propos­i­to: la cas­sa non pro­pone solo il lesso, per­ché sta­vol­ta il menù prevede anche la carne salà, omag­gio alla con­fi­nante regione trenti­na. Quel­la in cal­en­dario durante la set­ti­mana non è l’unica pre­sen­za al Natale tra gli olivi per l’associazione cal­cio Gar­da. Diri­gen­ti, gio­ca­tori e sosten­i­tori saran­no pro­tag­o­nisti anche il 12 dicem­bre, la sera in cui per tradizione pas­sa dalle nos­tre par­ti San­ta Lucia. Il ten­done ospiterà in quel­la data la fes­ta natal­izia del team rossoblù: due­cen­to per­sone, che van­no dai sei anni dei bam­bi­ni del­la scuo­la cal­cio sino all’età… da pen­sione dei diri­gen­ti. E quel­la sera un ricor­do par­ti­co­lare ver­rà ded­i­ca­to alla memo­ria del pres­i­dente ono­rario Gian­ni Zac­chi, uno che ha let­teral­mente costru­ito la sto­ria del pal­lone a Gar­da. Nell’ambito del Natale fra gli ulivi l’associazione cal­cio ha pro­mosso anche una lot­te­ria. L’hanno chia­ma­ta la Befana sot­to le stelle, per­ché le estrazioni si fan­no all’. La sper­an­za è quel­la di rac­cogliere fon­di per l’autofinanziamento. Gran­di i pre­mi in palio: quel­lo più impor­tante è un’auto, una Mini One, e poi moto­ci­clet­ta, tele­vi­sore, moun­tain bike, tele­foni­ni. Un moti­vo in più per com­prare qualche bigli­et­to di ques­ta rif­fa a scopo sporti­vo e sociale. Cer­to, sociale, per­ché è ques­ta la final­ità più impor­tante del grup­po calcis­ti­co, polo d’attrazione di un eserci­to di gio­vani e giovanissimi.

Parole chiave: