Domani al Casinò di Arco

Il castello delle 120 stanze e i segreti del borgo antico

11/11/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

, la rasseg­na dell’editoria garde­sana arriva­ta alla XIV edi­zione, si pre­sen­ta domani con un’eccezionale antepri­ma: la pre­sen­tazione del libro Il castel­lo di Arco edi­to dal­la Soprint­en­den­za per i beni architet­toni­ci del­la Provin­cia di Tren­to e l’apertura del­la mostra ded­i­ca­ta alla roc­ca arcense cura­ta da Romano Tur­ri­ni e Gian­car­la Tognoni.Nel vol­ume, cura­to da Umber­to Raf­fael­li e real­iz­za­to in anni di lavoro sci­en­tifi­co, si riper­cor­rono sto­ria e icono­grafia (una delle più famose rap­p­re­sen­tazioni del­la roc­ca arcense si deve al pit­tore Albrecht Duer­er nel 1495) e i lavori di restau­ro curati dal­la Provin­cia. Il libro ver­rà pre­sen­ta­to domeni­ca alle 16 all’Auditorium di Palaz­zo dei Panni.L’inagurazione del­la mostra «Il castel­lo dalle 120 stanze» avrà luo­go alle 18 nel­la sala mostre del Cas­inò; l’esposizione resterà aper­ta dal 14 al 26 novem­bre con orario 10 — 12, 15 — 19. Il castel­lo nel peri­o­do del Medio­e­vo e fino al Sei­cen­to era un bor­go for­ti­fi­ca­to: non ospi­ta­va solo la famiglia dom­i­nante (i con­ti d’Arco fin dall’anno Mille), ma anche i rami cadet­ti e i numerosi par­en­ti, spes­so in con­trasto fra loro. Inoltre accoglie­va bot­teghe, officine, lab­o­ra­tori, abitazioni più umili des­ti­nate ad arti­giani e servi­tori, al cor­po di guardia. Il castel­lo era una cit­tà nel­la cit­tà, col­le­ga­ta al bor­go di Arco, più in bas­so, ma allo stes­so tem­po autono­ma e autosufficiente.La mostra vuole rap­p­re­sentare pro­prio ques­ta fun­zione del bor­go for­ti­fi­ca­to svol­ta dal castel­lo e far com­pren­dere quale fos­se il suo aspet­to al momen­to del suo mas­si­mo splen­dore. Nel­la mostra di tro­ver­an­no sezioni ded­i­cate ai lega­mi che la famiglia d’Arco ha avu­to con Man­to­va e il Tiro­lo; i restau­ri che han­no inter­es­sato nel cor­so dei sec­oli il castel­lo, fino all’ultimo che ha por­ta­to al ritrova­men­to del­la stan­za degli affres­chi, rimas­ta inter­ra­ta per secoli.La mostra del libro, rasseg­na ded­i­ca­ta all’editoria garde­sana, arriva­ta alla XIV edi­zione, aprirà invece saba­to 18 novem­bre alle 16, per con­clud­er­si domeni­ca 26. Ospi­ta­ta nel salone delle feste del Cas­inò munic­i­pale, sarà una vet­ri­na di oltre mille titoli ded­i­cati all’area garde­sana e zone limitrofe.

Parole chiave: