Presentata la nuova edizione del premio giornalistico: insigniti quest’anno l’ex Presidente e il conduttore tv. A luglio su Rai Uno in prima serata: diretta confermata per il galà finale

Il «Catullo» a Cossiga e Costanzo

25/02/2005 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Francesco Cos­si­ga, ex pres­i­dente del­la Repub­bli­ca e sta­tista, e Mau­r­izio Costan­zo, gior­nal­ista, scrit­tore e con­dut­tore tele­vi­si­vo, sono i vinci­tori del pre­mio alla car­ri­era del­la 24esima edi­zione del «Sirmione Cat­ul­lo-». Con i due mostri sac­ri del­la polit­i­ca e dell’informazione, la giuria del pre­mio gior­nal­is­ti­co pre­siedu­ta da Bruno Ves­pa ha inoltre des­ig­na­to per la sezione «Gior­nal­is­mo senior» Enzo Bet­ti­za, edi­to­ri­al­ista del quo­tid­i­ano tori­nese La Stam­pa e per quel­la «junior» Moni­ga Mag­gioni, invi­a­ta del­la Rai. Infine, il pre­mio gior­nal­is­ti­co alla memo­ria è sta­to asseg­na­to ad Enzo Bal­doni, lo sfor­tu­na­to gior­nal­ista ed autore di reportage seques­tra­to ed ucciso in Iraq lo scor­so anno. Tra qualche mese, invece, sarà reso noto anche il vinci­tore dell’ultimo pre­mio rimas­to in liz­za: la trasmis­sione tele­vi­si­va dell’anno. Ma in questo caso saran­no i cen­to soci del­la simionese a procla­mar­lo. I nomi dei vinci­tori sono sta­ti annun­ciati ieri all’ora di pran­zo dal­la giuria del pre­mio Cat­ul­lo nel cor­so del­la con­feren­za stam­pa, alla quale han­no pre­so parte numerosi sirmione­si giun­ti a a bor­do di un pull­man, tenu­tasi nel­la sede di rap­p­re­sen­tan­za del­la Regione. Tra i pre­sen­ti, l’assessore regionale al tur­is­mo Mas­si­mo Zanel­lo con il col­le­ga del­la Provin­cia di Bres­cia Ric­car­do Mini­ni, la pres­i­dentes­sa del­la Com­mis­sione Regionale del Ter­ri­to­rio, Margheri­ta Per­oni, il sin­da­co di Sirmione Mau­r­izio Fer­rari con gli asses­sori Gior­dano Sig­nori, e Michele Nocera. Con Bruno Ves­pa, inoltre,c’erano Anto­nio Caprar­i­ca, Car­men Lasorel­la, Fab­rizio Del Noce, Cor­radi­no Mineo e Mario Pasi oltre agli spon­sor (Bcc del Gar­da, Grana Padano, Spuman­ti Val­do). Intan­to, si sta muoven­do la macchi­na orga­niz­za­ti­va del­lo spet­ta­co­lo inser­i­to ormai sta­bil­mente da alcu­ni anni nel palinses­to di Rai Uno. L’appuntamento tele­vi­si­vo, con­dot­to da Car­lo Con­ti, è fis­sato per il 6 luglio alle 20.55. Sono sta­ti avviati con­tat­ti per portare a Sirmione artisti di pri­mo piano. Che il pre­mio di Sirmione sia ormai entra­to nel­la hit parade degli spet­ta­coli-even­to estivi ormai non è più una novità. «E’ l’unico pre­mio gior­nal­is­ti­co e let­ter­ario che, in qualche modo, è rius­ci­to a ritagliar­si lo spazio del­la pri­ma ser­a­ta in tv — ha ril­e­va­to il pres­i­dente del­la giuria Bruno Ves­pa — ed è un fat­to uni­co per­ché gen­eral­mente i pre­mi inter­es­sano un pub­bli­co cir­co­scrit­to. Questo si deve alla for­mu­la azzec­ca­ta ed al pres­ti­gio che il pre­mio è rius­ci­to a guadag­nar­si — ha con­clu­so il con­dut­tore di “Por­ta a por­ta” — e la cop­pia dei vinci­tori del pre­mio alla car­ri­era di quest’edizione ne è la tes­ti­mo­ni­an­za più net­ta». Del Noce ha con­fer­ma­to «i mer­i­ti con­quis­ta­ti sul cam­po dal pre­mio di Sirmione, ma va ricorda­to che quan­do mi sono inse­di­a­to a Rai Uno, lo spet­ta­co­lo in pri­ma ser­a­ta era già in palinses­to». Altri con­tribu­ti sono giun­ti con gli inter­ven­ti degli asses­sori Zanel­lo e Mini­ni che han­no sot­to­lin­eato «l’importa nte ricadu­ta sul tur­is­mo dall’evento di Rai Uno». Margheri­ta Per­oni, da sem­pre vic­i­na agli appun­ta­men­ti di Sirmione, ha invece ril­e­va­to «il modo intel­li­gente dell’amministrazione e degli ideatori del pre­mio per rilan­cia­re il tur­is­mo ed il nome del­la local­ità, gra­zie ad un even­to che con­tribuisce ad uscire dal­la crisi del set­tore». Infine la paro­la è pas­sa­ta al sin­da­co Mau­r­izio Fer­rari, che ha fat­to gli onori di casa pre­sen­tan­do uffi­cial­mente la man­i­fes­tazione: «Ogni anno il “Cat­ul­lo” cresce di pres­ti­gio, ma dob­bi­amo riconoscere che da soli non ce l’avremmo fat­ta. E’ gra­zie quin­di alla Regione, alla Provin­cia e agli spon­sor pri­vati se la rasseg­na è ormai diven­ta­ta matu­ra». La ver­sione «gior­nal­is­ti­ca» del pre­mio è nata nel 2000, men­tre il pre­mio let­ter­ario è data­to 1980. L’edizione scor­sa è sta­ta vin­ta da Giulio Andreot­ti, Umber­to Verone­si, Pao­la Fer­rari e Fol­co Quilici.

Parole chiave: -