Tre cene negli hotel di Malcesine con alcuni dei più importanti cuochi del Triveneto che interpretano con creatività il pesce di lago in abbinamento al Chiaretto, vino anticrisi: +16% nei primi tre mesi del 2010. Nelle piazze del centro storico assaggi di olio, formaggi, erbe spontanee ed ancora Chiaretto. Visite guidate ai musei e al monte Baldo.

Il Chiaretto incontra il pesce di lago a Fish & Chef, la rassegna dei cuochi “stellati”

28/04/2010 in Cucina
Di Luca Delpozzo

 È il Bar­dolino il che accom­pa­gna le tre cene “stel­late” di Fish & Chef, la rasseg­na in pro­gram­ma le domeniche 2, 9 e 23 mag­gio 2010 a Mal­ce­sine, nel trat­to set­ten­tri­onale del­la cos­ta veronese del lago di Gar­da. Di sce­na tre dei più impor­tan­ti chef del Trivene­to, che si spostano in tre pres­ti­giosi alberghi del­la cit­tad­i­na riv­ieras­ca con la loro briga­ta di cuci­na per esaltare il pesce di lago, l’olio ed i vini riv­ieraschi: domeni­ca 2 mag­gio sarà pro­tag­o­nista Clau­dio Melis del ris­torante La Siri­o­la di San Cas­siano (Bolzano) pres­so l’Ambienthotel Pri­malu­na, domeni­ca 9 mag­gio Emanuele Scarel­lo, chef del ris­torante Agli Ami­ci di Godio (Udine) sarà di sce­na all’Hotel Belle­vue San Loren­zo, men­tre domeni­ca 23 mag­gio all’Hotel Baia Verde ver­rà pro­pos­ta la cre­ativ­ità di Gian­car­lo Per­belli­ni del ris­torante Per­belli­ni di Iso­la Riz­za (Verona).Tutte e tre le cene avran­no — si dice­va — come ele­men­to car­dine il pesce di lago, che tro­va per­fet­to accosta­men­to in tavola con l’olio extravergine di oli­va del Gar­da (Mal­ce­sine van­ta spet­ta­co­lari oliveti sec­o­lari) e con il Bar­dolino Chiaret­to, il vino rosato del­la spon­da vene­ta del lago di Gar­da, al cen­tro di un vero e pro­prio boom di con­sen­si e di ven­dite, con una cresci­ta del 60% nell’ultimo tri­en­nio. Una cor­sa, quel­la del Chiaret­to bar­do­linese, che sem­bra inar­resta­bile: i dati rifer­i­ti al pri­mo trimestre del 2010 evi­den­ziano un ulte­ri­ore incre­men­to del 16% nelle bot­tiglie commercializzate.“Abbiamo ader­i­to con entu­si­as­mo all’iniziativa di Mal­ce­sine – spie­ga il pres­i­dente del Con­sorzio di tutela del Bar­dolino, – per­ché cre­di­amo vin­cente la sin­er­gia fra le realtà del com­par­to agroal­i­menta­re garde­sano e il mon­do del­la ris­torazione. Il Chiaret­to, in par­ti­co­lare, è un vino che si pres­ta ad accosta­men­ti per­fet­ti con la cuci­na di pesce”.Durante le gior­nate dell’evento, dalle 11.00 alle 16.00, nelle piazze del cen­tro stori­co di Mal­ce­sine si potran­no degustare i del ter­ri­to­rio pres­so alcune “isole” tem­atiche ded­i­cate al pesce di lago, all’olio extravergine di oli­va dop Gar­da Ori­en­tale (con assag­gi di bruschet­ta e di polen­ta car­bonéra), di for­mag­gi e di erbe del monte Bal­do, in abbina­men­to anco­ra al Bar­dolino Chiaret­to, ques­ta vol­ta in una “spe­cial edi­tion” cura­ta apposi­ta­mente per l’iniziativa dal Con­sorzio di tutela del Bardolino.Completano il pro­gram­ma le al museo di sto­ria nat­u­rale del castel­lo scaligero, le vis­ite al museo del­la pesca nel­la con­tra­da di Cas­sone e le escur­sioni gui­date alla scop­er­ta del­la flo­ra del Monte Bal­do.