Dopodomani, per 17 martedì, inizia in Valtenesi una nuova iniziativa culturale. Nella sala Garda&Vino una serie di film e degustazioni a tema

Il cinema incontra la gastronomia

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Elena Cerqui

Da dopodomani, mart­edì 24 gen­naio, Moni­ga potrà fre­gia­r­si di una nuo­va inizia­ti­va cul­tur­ale che nutrirà la mente ed il cor­po dei parte­ci­pan­ti: il «Cin­e­ma d’Essai(rt)». Si trat­ta di un per­cor­so cin­e­matografi­co-gas­tro­nom­i­co, lun­go ben 17 mart­edì, che si svol­gerà alle ore 20 nel­la sala Garda& di Civielle, la Can­tine del­la Valte­n­e­si e del­la Lugana, in via Per­go­la 21. Ogni set­ti­mana ci sarà la proiezione di una pel­li­co­la che avrà come pro­tag­o­nista il cibo, ed a seguire, dopo una sin­tet­i­ca sche­da sul film cura­ta da Clemente di Caprio e Gia­co­mo Tagliani, ci sarà una chi­ac­chier­a­ta tra gli inter­venu­ti al cine­fo­rum-gas­tro­nom­i­co, con una degus­tazione a tema di cibi iner­en­ti l’argomento del­la proiezione. Si com­in­cia quin­di mart­edì 24 con «Choco­lat» di Lasse Hall­strom. I fau­tori di ques­ta inizia­ti­va, che pun­ta anche a pro­muo­vere la memo­ria gas­tro­nom­i­ca e la con­vivi­al­ità, oltre alla can­ti­na sociale Civielle, sono il cir­co­lo del cin­e­ma «Il Cine­fo­rum» di Desen­zano, lo Slow Food, la Pro­lo­co e l’Amministrazione comu­nale di Moni­ga, che pos­sono con­tare sul con­trib­u­to del­la Direzione agri­coltura regionale. Non è la pri­ma vol­ta che la Civielle incon­tra il cin­e­ma, infat­ti, la scor­sa estate, ha real­iz­za­to il cor­tome­trag­gio «Prog­et­to Home­rus: edu­cazione al cor­ag­gio», in col­lab­o­razione con l’associazione Home­rus. E’ il rac­con­to dell’esperienza che l’associazione real­iz­za già da qualche anno, con l’appoggio del­la can­ti­na garde­sana, di inseg­nare ai non veden­ti ad andare in bar­ca in modo autonomo. E sul Gar­da si sono for­mati già 140 velisti prove­ni­en­ti da tut­ta Italia. La rasseg­na «Cin­e­ma d’Essai(rt)», che prevede una car­rel­la­ta sul mon­do attra­ver­so il cin­e­ma, vedrà il suo sec­on­do appun­ta­men­to il 31 gen­naio con «Vatel», quin­di la set­ti­mana suc­ces­si­va sarà la vol­ta di «Come l’acqua per il cioc­co­la­to»; il 14 feb­braio la «Cena» di Ettore Sco­la, il 21 il «Banchet­to di nozze», il 28 «Mon­dovi­no». Il 7 mar­zo toc­cherà a «Side­ways», il 14 a «Tam­poco», il 28 a «Big night», il 4 aprile al «Pro­fu­mo del mosto sel­vati­co», men­tre l’11 ad «Una cena qua­si per­fet­ta» ed il 18 a «Pran­zo reale». Il 2 mag­gio ver­rà proi­et­ta­to «Un toc­co di zen­ze­ro», il 9 «Ricette d’amore», il 16 «Pomodori ver­di frit­ti alla fer­ma­ta del treno» ed il 30 «Man­gia­re bene uomo don­na». Con­clud­erà la rasseg­na il 6 aprile il film «Il cuo­co, il ladro, sua moglie e l’amante». Per pot­er parte­ci­pare alle 17 ser­ate è obbli­ga­to­rio sot­to­scri­vere la tessera «Ami­ci del­la Valte­n­e­si», dal cos­to di 50 euro, e preno­tar­si ad ogni ser­a­ta. Per ulte­ri­ori infor­mazioni e preno­tazioni è pos­si­bile con­tattare la Garda&Vino allo 0365–503314.

Parole chiave: