Il braccio di ferro con la Giunta si è concluso. Interrogazione di Polloni. In programma due spettacoli al giorno (alle 17 e alle 21) fino al 26 aprile

Il circo in scena sull’area della Perla

Di Luca Delpozzo
m.to.

Si è con­clu­so pos­i­ti­va­mente il brac­cio di fer­ro tra Comune di Desen­zano e Cir­co delle Stelle. Da oggi e fino al 26 aprile il cir­co potrà offrire due spet­ta­coli (pomerid­i­ano alle 17, serale alle 21) sull’area del­la Per­la, con­ces­sa gra­tuita­mente dall’amministrazione. Ieri mat­ti­na il sin­da­co Pien­az­za ave­va par­la­to per tele­fono con i ver­ti­ci del sin­da­ca­to nazionale degli spet­ta­coli viag­gianti, dopo di che c’è sta­to l’accordo con il tito­lare del cir­co. Gli automezzi e il grande ten­done han­no com­in­ci­a­to ad abban­donare l’area di via Mez­zo­colle, al quartiere delle Grezze, per rag­giun­gere quel­la del­la roton­da del­la Per­la. La direzione del cir­co fa sapere che restano valide tutte le pro­mozioni pub­bli­ciz­zate, così come gli even­tu­ali bigli­et­ti emes­si nei giorni scor­si. Uno dei piat­ti for­ti del­lo spet­ta­co­lo del cir­co ver­cellese è l’Uomo Rag­no, uni­ta­mente ai clown. La vicen­da, che ha reg­is­tra­to anche un’interrogazione con­sil­iare da parte di Rino Pol­loni (Lega Nord), è esplosa la vig­ilia di Pasqua, quan­do i tito­lari del cir­co, ottenu­to l’uso del ter­reno dell’azienda ospedaliera di Desen­zano, si era­no piaz­za­ti in via Mez­zo­colle, nonos­tante la Giun­ta Pien­az­za non avesse rilas­ci­a­to l’autorizzazione, per una serie di prob­le­mi via­bilis­ti­ci e di rumor­osità. Nel­la gior­na­ta di giovedì veni­va noti­fi­ca­ta un’ordinanza di divi­eto a rap­p­re­sentare gli spet­ta­coli, mal­gra­do i legali del cir­co avessero dif­fida­to il Comune.