Devolve in beneficienza 13mila euro dell’attivo

Il Circolo ospedaliero chiude

Di Luca Delpozzo
f.m.

Il cir­co­lo azien­dale ospedaliero di Cas­tiglione chi­ude i bat­ten­ti e devolve 13 mila euro in benef­i­cen­za. Nato 30 anni fa tra i dipen­den­ti dell’allora ente ospedaliero S. Pel­le­gri­no, fu uno dei prim­is­si­mi cir­coli azien­dali e ges­ti­va le attiv­ità ricre­ative e uno spac­cio nei locali di via Garibal­di, dove ora ha sede il dis­tret­to sociosan­i­tario dell’Asl. Centi­na­ia sono i soci che sono pas­sati dal­la sede e han­no trova­to un aiu­to con­cre­to nel­la lot­ta con­tro il carovi­ta. Ora, a dis­tan­za dall’ultima vol­ta in cui si è riu­ni­to nove anni fa, si è trova­to l’ultimo Con­siglio in car­i­ca, pre­siedu­to da Lui­gi Zac­ché, per decidere la des­ti­nazione del­la som­ma gia­cente (26 mil­ioni di vec­chie lire in depos­i­to come garanzia con­tro even­tu­ali multe o sanzioni). I soci diret­ti da Zac­ché han­no delib­er­a­to di devol­vere intera­mente in benef­i­cen­za l’attivo del cir­co­lo. Così 6500 euro andran­no a finanziare le attiv­ità del­la casa di riposo Zanet­ti — Cominel­li, 5000 a favore dell’associazione ital­iana ricer­ca sul can­cro e 1500 alla coop­er­a­ti­va di sol­i­da­ri­età Il Fiordaliso.