Distrutto da un'escavatrice, l'associazione Riccardo Pinter chiede al sindaco di ripristinarlo

«Il Comune ricostruisca il capitello di Sant’Andrea a Ceole»

16/02/2003 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Ricostru­ite il capitel­lo di S, Andrea a Ceole. A chieder­lo, con una let­tera al sin­da­co di Arco, Rena­to Verone­si, è l’as­so­ci­azione “Ric­car­do Pin­ter”, già inter­venu­ta ripetu­ta­mente sul tema del­la con­ser­vazione, tutela e val­oriz­zazione del pat­ri­mo­nio stori­co, architet­ton­i­co e ambi­en­tale del ter­ri­to­rio del­l’Al­to Gar­da e con­tro la cemen­tifi­cazione sel­vaggia del­la Busa che, sec­on­do il pres­i­dente Graziano Ric­cadon­na «ha influs­si neg­a­tivi non solo per il lato ambi­en­tale, ma anche per quel­lo cul­tur­ale, per la perdi­ta del­l’i­den­tità del­la zona uni­ta alla scom­parsa dei seg­ni del­la sto­ria. In effet­ti la cemen­tifi­cazione denun­ci­a­ta a più riprese toglie spazio vitale non solo all’am­bi­ente ma anche all’uo­mo e alla cul­tura nonché alla stes­sa vivi­bil­ità. Le “aree indus­tri­ali” pre­viste nel Pup pos­sono portare a un degra­do ambi­en­tale e cul­tur­ale stravol­gente se non si corre ai ripari o mag­a­ri si prevede il dan­no evi­tan­do che la trasfor­mazione da area agri­co­la a area indus­tri­ale avven­ga in modo incontrollato.In questo sen­so ci erava­mo da tem­po pre­oc­cu­pati per la sorte del capitel­lo di S.Andrea, sul­la stra­da da Ceole ver­so la statale Riva-Arco, scom­par­so durante i lavori per le nuove indus­trie, medi­ante il ripristi­no del­la strut­tura con mis­ure e architet­tura sim­ili a quel­la preesistente. Il capitel­lo di S.Andrea, come abbi­amo avu­to modo di denun­cia­re in pas­sato, è sta­to inop­por­tu­na­mente dis­trut­to dal­la pachera del Comune, durante i lavori di pre­lie­vo del depos­i­to di immon­dizie nel­l’area: in mer­i­to la sig­no­ra Cristi­na Car­loni ha inoltra­to una let­tera di richi­este che sarebbe bene pren­dere in con­sid­er­azione. Unen­do­ci al coro di richi­este (una rac­col­ta di firme pres­so il locale pub­bli­co di Ceole richiede appun­to il ripristi­no del capitel­lo), chiedi­amo che il Comune, in pre­vi­sione del­la sis­temazione del­la via S.Andrea, col­ga l’op­por­tu­nità per ricreare un’ ”iso­la” di stor­i­ca ril­e­van­za, rime­dian­do così alla demolizione e all’ abban­dono suc­ces­si­vo, con il quale la cit­tad­i­nan­za è sta­ta pri­va­ta di una preesisten­za impor­tante in un’area così des­o­lata­mente sfrut­ta­ta e stra­vol­ta dalle cemen­tifi­cazione in atto nel­l’area».