Il presidente di «Lago di Garda è», Enrico Merenda: «Germania, ma anche nuovi mercati»

Il Consorzio mira a Inghilterra ed Est

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Portare le immag­i­ni del Gar­da in giro per l’Europa, mostran­do ai poten­ziali vis­i­ta­tori le bellezze che il lago è in gra­do di offrire dis­tribuen­do infor­mazioni com­mer­ciali per pot­er acquistare la vacan­za nel nos­tro territorio.È il prin­ci­pale impeg­no che il «Con­sorzio è» si è assun­to nel­la pri­ma parte dell’anno nel­la quale si sono con­cen­trate la mag­gior parte delle man­i­fes­tazioni fieris­tiche cui ha partecipato.«Nei pri­mi sei mesi del 2007 — spie­ga il diret­tore Enri­co Meren­da — il Con­sorzio ha fat­to mol­ta pro­mozione del ter­ri­to­rio. In col­lab­o­razione con la Regione, o autono­ma­mente, abbi­amo allesti­to fiere pro­mozion­ali in molte cit­tà europee. Cer­ta­mente i mag­giori sforzi si sono con­cen­trati ver­so la Ger­ma­nia e l’Austria, ma il Con­sorzio ha pun­ta­to forte anche sull’Inghilterra, sul mer­ca­to dell’Est con la fiera di Budapest e su quel­lo spag­no­lo, quest’anno più vici­no gra­zie al volo low cost dell’Air Italy, Verona-Barcellona».Durante lo svol­gi­men­to di queste man­i­fes­tazioni viene mes­so a dis­po­sizione mate­ri­ale infor­ma­ti­vo e com­mer­ciale. Molto prezioso, al riguar­do, è «l’Annuario del Con­sorzio», in cui il vis­i­ta­tore può trovare infor­mazioni su alberghi, campeg­gi, agriturismi.

Parole chiave: