Il Consorzio Tutela Lugana Doc non si ferma mai!

Di Redazione

Da poco più di un mese si è chiusa la più impor­tante man­i­fes­tazione mon­di­ale del : 2013 in cui il ha riscon­tra­to un gran­dis­si­mo suc­ces­so.

Grande sod­dis­fazione e otti­mi proposi­ti per il Lugana che sta dimostran­do di essere un vino maturo e di carat­tere, pron­to a pro­por­si nei mer­cati di tut­to il mon­do come un prodot­to di sicuro suc­ces­so.

Ma la sua divul­gazione pros­egue, ricor­diamo alcu­ni appun­ta­men­ti che han­no vis­to questo con­sorzio come pro­tag­o­nista:

  • Dal 10 al 13 aprile il Con­sorzio ha ospi­ta­to un grup­po di gior­nal­isti di Dan­i­mar­ca, Bel­gio, Svezia, Fin­lan­dia, Giap­pone, Usa per un Tour del Lugana, di cui sono rimasti tut­ti piacevol­mente sod­dis­fat­ti sia del vino che del ter­ri­to­rio lacus­tre;
  • Dal 9 al 12 mag­gio si è potu­to degustare il Lugana a Gen­o­va a Slow Fish, la fiera inter­nazionale del pesce buono, puli­to e gius­to. Il legame che lega il Con­sorzio a Slow Food Con­dot­ta del Gar­da è forte, per­ché spon­sor del Pre­sidio per la tutela del Car­pi­one del Gar­da, un pesce in via di estinzione. L’abbinamento pro­pos­to è sta­to con le “Aole in Car­pi­one”, spie­gan­do che l’antica ricetta del Car­pi­one (che veni­va mar­i­na­to con ace­to, pepe, chio­di di garo­fano e alloro per essere con­ser­va­to e trasporta­to a Venezia alla men­sa dei Doge) col tem­po è diven­ta­ta di uso comune per tut­ti i cibi: oggi infat­ti si par­la di ver­dure, carne, e molti altri cibi “in Car­pi­one”;
  • Ha anche “parte­ci­pa­to” alle “1000 miglia” durante la tap­pa che ha por­ta­to ques­ta stor­i­ca cor­sa a Sirmione e Peschiera;
  • A fine mag­gio, pre­cisa­mente dal 20 al 22 è vola­to in Inghilter­ra al Lon­don Wine Fair per incre­mentare il mer­ca­to il UK e i pae­si di lin­gua inglese.

Lugana

 

Per il prossi­mo mese invece sono pre­visti due appun­ta­men­ti:

  • il pri­mo, dal 5 al 7 giug­no, è un incon­tro con un grup­po di gior­nal­isti ital­iani per un Tour del Lugana;
  • dal 16 al 20 giug­no invece, per la pri­ma vol­ta il Con­sorzio pre­sen­terà il Lugana al famo­sis­si­mo Vin­ex­pò di Bor­deaux.

Il Con­sorzio Tutela Lugana Doc può dirsi sod­dis­fat­to dei risul­tati e dei tra­guar­di rag­giun­ti in ques­ta pri­ma parte dell’anno. Ogni inizia­ti­va a cui il Con­sorzio parte­ci­pa è vol­ta infat­ti a dif­fondere l’immagine e la conoscen­za di un vino il cui suc­ces­so non è da ricer­care nel­la mode del momen­to, ma è frut­to di un sapi­ente lavoro che lega tradizione e cul­tura con la pro­pria ter­ra e la pro­pria gente.