Diciotto lezioni per diventare un conoscitore di vini prelibati

Il corso si terrà alla Caserma di Porta Verona

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

Il prossi­mo 20 gen­naio, pres­so l’enoteca di Peschiera nel­la restau­ra­ta Caser­ma di Por­ta Verona, pren­derà il via un cor­so per assag­gia­tori di orga­niz­za­to dal Con­sorzio tutela vino Bar­dolino in col­lab­o­razione con Onav (Orga­niz­zazione nazionale assag­gia­tori di vino), la stes­sa enote­ca e patro­ci­na­to dal Comune di Peschiera. Il cor­so si arti­co­la in diciot­to lezioni, ogni lunedì e mer­coledì dalle ore 20.30 alle 22.30 fino al prossi­mo 19 mar­zo, con esame finale per ottenere il diplo­ma di assag­gia­tore. Inten­so ed inter­es­sante il pro­gram­ma, che abbina la lezione teor­i­ca con la degus­tazione dei vini; gli argo­men­ti spaziano dal­la viti­coltura ai pro­ces­si di vinifi­cazione, dal­la con­ser­vazione ed evoluzione dei vini e dei suoi com­po­nen­ti alla com­mer­cial­iz­zazione nonché al modo migliore di servir­li sen­za dimen­ti­care, però, la dif­fu­sione del vino nel mon­do e il suo ruo­lo nel­l’al­i­men­tazione e nel­la cul­tura e l’ar­mo­niz­zazione con i cibi. La tec­ni­ca di assag­gio sarà a sua vol­ta illus­tra­ta attra­ver­so lezioni sul­la fisi­olo­gia dei sen­si, l’esame organolet­ti­co, la sche­da di val­u­tazione, la pro­va in diret­ta di sti­moli e percezioni sen­so­ri­ali. Enolo­gi di riconosci­u­ta com­pe­ten­za saran­no i docen­ti di questo cor­so: Giulio Liut, Luig­i­no Berto­lazzi, Gae­tano Pasqua, Umber­to Meni­ni, Pao­lo Grigol­li, Emilio Faso­let­ti, Leone Ramon; ma vi saran­no anche esper­ti in scien­ze agrarie e chimiche come Enzo Corazz­i­na ed Anto­nio Peretti, scrit­tori spe­cial­iz­za­ti in enogas­trono­mia come Luciano Bonuzzi e Ange­lo Peretti, men­tre la tutela dei con­suma­tori sarà argo­men­to trat­ta­to da Anto­nio Jaderosa. Il tut­to con la super­vi­sione del­la respon­s­abile Onav del­la zona Gar­da-Val­dadi­ge Lisi Valet­ti. Ogni ser­a­ta ter­mi­na con lezioni spe­ciali di degus­tazione ded­i­cate ai vini Bar­dolino doc e Bar­dolino supe­ri­ore docg, Bian­co di Cus­toza e Pas­si­to doc, Gar­da doc, Val­dadi­ge-Ter­ra dei For­ti doc, Valpo­li­cel­la e Recioto doc, Amarone e vini in bar­rique, spuman­ti doc verone­si, , Soave doc. Per infor­mazioni e iscrizioni con­tattare il Con­sorzio tutela vino Bar­dolino (045.7211964) o Lisi Valet­ti (340.3838312).

Parole chiave: -