Dal 2 al 5 settembre. Puegnago del Garda invita alla 35ma Fiera dedicata alle eccellenze del territorio del Garda bresciano

Il cuore del Garda batte a Puegnago. Con oli e vini che preservano la tipicità del territorio”.

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

A Pueg­na­go del Gar­da, da ven­erdì 2 a lunedì 5 set­tem­bre: in un pic­co­lo paese incas­to­na­to nell’entroterra del­la spon­da bres­ciana del Bena­co,  in un’area dal cli­ma mite e dal vis­su­to sem­plice, che si offre al vis­i­ta­tore con pro­fes­sion­al­ità e con il…“cuore” e che invi­ta alla sua 35ma ker­messe con­sacra­ta al lago più grande d’Italia e alle eccel­len­ze che pro­duce. Una realtà volu­ta e real­iz­za­ta dal­la pub­bli­ca ammin­is­trazione gui­da­ta da Ade­lio Zeni e da un Comi­ta­to Fiera pre­siedu­to da Sil­vano Zanel­li, anche pres­i­dente di Aipol di sede a Bres­cia. In prim­is la Fiera è ded­i­ca­ta a due per­le: all’olio Casali­va, vari­età di extravergine, regi­na di questi lidi, ed al  Grop­pel­lo, principe del­la Valtè­ne­si, rosso autoctono e nota dom­i­nante del­la sua pro­duzione eno­log­i­ca. Oli e vini che siglano l’alta qual­ità rag­giun­ta dai pro­dut­tori del luo­go e che si pre­sen­tano al pub­bli­co del­la Fiera in degus­tazione, lib­era o gui­da­ta, a cura di chi con pas­sione li ha creati. Non solo, i prodot­ti del­la ter­ra sono a Pueg­na­go ambas­ci­a­tori di due con­veg­ni tem­ati­ci di spes­sore. Due i con­veg­ni in calendari:Ii pri­mo ven­erdì 2, alle 18.30, in sala con­sil­iare, dal tito­lo ““La piani­fi­cazione agri­co­la: Pueg­na­go e il Gar­da”; il sec­on­do in chiusura del­la Fiera: lunedì 5, alle 18, “Olivi­coltura lom­bar­da e val­oriz­zazione del ter­ri­to­rio” orga­niz­za­to da Aipol e Unaprol.

Parole chiave: