All’aeroporto in esercizio anche il merci di Ocean Airlines

Il D’Annunzio chiude il 2004 con quasi 350mila passeggeri

27/01/2005 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Gli aero­por­ti del Gar­da archi­viano l’anno appe­na con­clu­so con oltre tre mil­ioni di passeg­geri tra Verona-Vil­lafran­ca e Bres­cia-Mon­tichiari. Sono sta­ti infat­ti 3.034.784 i cli­en­ti che han­no scel­to di volare dai due scali nel 2004, oltre 300 mila in più del­lo scor­so anno, per un incre­men­to com­p­lessi­vo del 11,36%. Il , dopo i bril­lan­ti risul­tati parziali con punte di cresci­ta del traf­fi­co men­sile pari anche al 30% (mag­gio), ha chiu­so con un incre­men­to del numero passeg­geri pari al 9,57% un anno che cer­to non si potrà annover­are tra i più bril­lan­ti per il set­tore del trasporto aereo. Sono sta­ti 2.687.565 i cli­en­ti del Cat­ul­lo nel 2004 con­tro i 2.452.723 del 2003. Anda­men­to dif­fer­ente, ma altret­tan­to pos­i­ti­vo quel­lo del di Mon­tichiari che per buona parte dell’anno ha fat­to reg­is­trare incre­men­ti di traf­fi­co supe­ri­ori al 20% con pic­chi men­sili che han­no sfio­ra­to il 50% (giug­no), chi­u­den­do il 2004 con una aumen­to medio del numero di passeg­geri pari al 27,42%. Sono sta­ti 347.219 i cli­en­ti del D’Annunzio nel 2004 con­tro i 272.509 dell’anno prece­dente. Per il D’Annunzio il 2004 è sta­to anche l’anno dell’atteso avvio dell’attività mer­ci. Dopo l’ultimazione del Gar­da Car­go cen­ter avvenu­ta pri­ma dell’estate, il 27 novem­bre è decol­la­to il pri­mo Boe­ing 747 all car­go acquis­ta­to dal­la nuo­va com­pag­nia aerea per il trasporto mer­ci con base pres­so lo sca­lo bres­ciano, la Ocean Air­lines, che ha atti­va­to una serie di voli di lin­ea tra Bres­cia e l’Asia al fine di sod­dis­fare la forte richi­es­ta di servizi diret­ti per l’Estremo ori­ente, prove­niente dai loro cli­en­ti. Sono ter­mi­nati inoltre al D’Annunzio di Bres­cia, i lavori per l’installazione degli impianti per l’atterraggio in bas­sa vis­i­bil­ità per i quali sono sta­ti stanziati 5 mil­ioni di euro e che con­sen­ti­ran­no, entro il 2005, l’ottenimento del­la cat­e­go­ria IIIB che per­me­tte l’operatività con una vis­i­bil­ità di soli 75 metri; impianti già oper­an­ti al Cat­ul­lo dal 2003. Sono inoltre in fase di prog­et­tazione altri inter­ven­ti par­ti­co­lar­mente sig­ni­fica­tivi per il poten­zi­a­men­to e lo svilup­po dell’aeroporto tra cui l’ampliamento sia del piaz­za­le di sos­ta aero­mo­bili di 50.000 mq (per un inves­ti­men­to di 2.750.000 euro) sia dell’area cargo.