Tutto il fascino della vendemmia gardesana a “Profumi di Mosto”

Di Luigi Del Pozzo

Si rin­no­va il 13 otto­bre l’appuntamento con “Pro­fu­mi di Mosto”, il tradizionale itin­er­ario enogas­tro­nom­i­co nelle can­tine del­la Valtè­ne­si, sul­la riv­iera bres­ciana del lago di Gar­da: una domeni­ca d’autunno fra le sug­ges­tioni, i col­ori ed i sapori del­la garde­sana con tappe in 22 can­tine e fes­ta finale all’Oasi del­la Valtè­ne­si.

Nei vigneti si vendem­mia, in can­ti­na si fes­teggia: potrebbe essere questo lo slo­gan des­ti­na­to ad accom­pa­gnare la XIII edi­zione di “Pro­fu­mi di Mosto”, il cir­cuito enogas­tro­nom­i­co nelle can­tine del­la Valtè­ne­si in pro­gram­ma per domeni­ca 13 otto­bre. Quest’anno infat­ti in il par­ti­co­lare anda­men­to cli­mati­co ha por­ta­to ad un ritar­do di oltre due aset­ti­mane nel­la rac­col­ta delle uve, che in molte zone del com­pren­so­rio sarà quin­di anco­ra in cor­so nel­la gior­na­ta del­la man­i­fes­tazione: il tut­to men­tre nelle can­tine i “pro­fu­mi di mosto”, com­plice la piena attiv­ità fer­men­ta­ti­va, saran­no for­ti ed ine­bri­anti come mai in pas­sato. L’evento orga­niz­za­to dal diven­ta quin­di un’occasione imperdi­bile per ass­apo­rare le sug­ges­tioni del­la vendem­mia garde­sana, girova­gan­do tra zone riv­ierasche ed entroter­ra alla ricer­ca dell’ideale abbina­men­to -cibo. A questo penser­an­no le 22 can­tine che aderiscono all’itinerario, sud­di­vise in tre per­cor­si tra i quali i vis­i­ta­tori potran­no scegliere quel­lo più adat­to alle pro­prie esi­gen­ze: ogni azien­da pro­por­rà in degus­tazione un vino del­la pro­pria gam­ma, dai nuovi Valtè­ne­si Doc ai Chiaret­ti, abbinati a piat­ti tipi­ci preparati in col­lab­o­razione con gli chef di alcu­ni dei migliori ris­toran­ti del com­pren­so­rio, o spe­cial­ità gas­tro­nomiche pro­poste dal­la can­ti­na stes­sa. Per chi preferisce una degus­tazione più med­i­ta­ta, ci sarà il ban­co d’assaggio dell’Oasi del­la Valtè­ne­si, allesti­to nel­la sede del Con­sorzio a Vil­la Gal­ni­ca di Pueg­na­go del Gar­da, dove i 22 vini del­la gior­na­ta ver­ran­no abbinati a tipic­ità del ter­ri­to­rio pro­poste dal­la Con­dot­ta Slow Food Gar­da e dove le bot­tiglie si potran­no anche acquistare.

All’Oasi è pre­vis­to, a par­tire dalle 19, il brin­disi finale di “Pro­fu­mi di Mosto”, sot­to­lin­eato dalle raf­fi­nate note “vin­tage” del­la vocal­ist bres­ciana Miss Ottavia Brown.

La novità, sicu­ra­mente gra­di­ta di questi tem­pi, è che “Pro­fu­mi di Mosto” non alza i prezzi (il car­net d’ingresso cos­ta sem­pre 25 euro) ma aumen­ta il numero dei taglian­di di degus­tazione (che saran­no 10 con­tro gli 8 del­lo scor­so anno). Ogni sche­da dà dirit­to all’ingresso nelle can­tine dell’itinerario prescel­to, cui si aggiun­gono una o due can­tine jol­ly e l’ingresso all’Oasi, per la quale sarà anche disponi­bile a par­tire dalle 17 un taglian­do a parte di 10 euro per la degus­tazione di tut­ti vini, degli assag­gi Slow Food e il brin­disi finale con musi­ca. Tutte le info e gli aggior­na­men­ti sul sito www.profumidimosto.it, dove sarà anche pos­si­bile preno­tare il pro­prio tour in auto­bus per vivere “Pro­fu­mi di Mosto” in piena tran­quil­lità e sicurezza.