L’Azienda ospedaliera di Desenzano gli ha dichiarato guerra

Il fumo causa una mutazione genetica che favorisce cancro

Di Luca Delpozzo
Desenzano del Garda

La com­bus­tione di sostanze organiche pre­sen­ti nel tabac­co lib­era com­posti chimi­ci che nel­l’or­gan­is­mo umano pos­sono provo­care mutazioni genetiche, apren­do la stra­da alla for­mazione del can­cro al pol­mone. E’ quan­to emerge da più di uno stu­dio inter­nazionale. I com­posti che ven­gono aspi­rati dai fuma­tori, sec­on­do la ricer­ca, pos­sono con­durre ad un’al­ter­azione del gene P53, che e’ un sop­pres­sore dei tumori. La mutazione genet­i­ca e’ sta­ta osser­va­ta nel 60% dei casi di can­cro al pol­mone esam­i­nati nel­la ricer­ca. Le ricerche han­no por­ta­to ad evi­den­ziare mod­i­fiche al gene P53 più fre­quen­ti nei fuma­tori piut­tosto che nei non fuma­tori: la sigaret­ta, infat­ti, è all’o­rig­ine dell’87% dei tumori pol­monari reg­is­trati negli Sta­ti Uni­ti. “Oltre a tutte le altre con­sid­er­azioni, sono anche queste pre­messe sci­en­ti­fiche – spie­ga il dot­tor Ange­lo Fos­chi­ni, diret­tore gen­erale dell’Azienda Ospedaliera di Desen­zano del Gar­da – che ci han­no spin­to a vol­ere e qual­i­fi­care i nos­tri ospedali come esen­ti da fumo. Abbi­amo infat­ti emes­so un decre­to con il quale si dispone il divi­eto di fumo ovunque nelle nos­tre strut­ture e nei servizi di pertinenza