Il Garda veronese per la prima volta unito per la promozione, ma Garda dove va?

10/09/2015 in Attualità
Parole chiave:
Di Redazione

La recen­tis­si­ma ses­sione di lavoro del Con­siglio Diret­ti­vo del Con­sorzio di Pro­mozione Tur­is­ti­ca Lago di Gar­da Vene­to ha elab­o­ra­to una serie di ambiziosi pro­gram­mi che saran­no deter­mi­nan­ti per il rilan­cio dell’immagine e del­la pro­mozione del­la spon­da vene­ta del lago.

Si trat­ta di un prog­et­to molto cor­poso che andrà a coin­vol­gere tut­ti i Comu­ni del lago, gra­zie ad una serie di diver­sifi­cate inizia­tive in gra­do di coin­vol­gere innu­merevoli stru­men­ti di comu­ni­cazione.

Par­ti­co­lare cura sarà ded­i­ca­ta ai mass media ed alla stam­pa in par­ti­co­lare sia ital­iana che straniera, gra­zie ad un’unità orga­niz­za­ta in gra­do di seguire le inizia­tive del Con­sorzio oltre a quelle delle sin­gole varie Ammin­is­trazioni Comu­nali del­la spon­da lacus­tre.

 

E’ sta­to dato incar­i­co ad un team esper­to di inter­net e web mar­ket­ing in par­ti­co­lare, per elab­o­rare un prog­et­to di ottimiz­zazione del­la pre­sen­za in rete, con par­ti­co­lare atten­zione agli even­ti spe­ciali tur­is­ti­ci ed alle attiv­ità dei sin­goli soci del Con­sorzio, oltre ai vari stru­men­ti di ges­tione e preno­tazione dei flus­si tur­is­ti­ci.

E’ sta­to altresì dato il via ad una spe­ciale pub­bli­cazione mira­ta a tutte le attiv­ità sportive prat­i­ca­bili sull’alto Gar­da, con par­ti­co­lari accor­di che ne per­me­t­ter­an­no la divul­gazione e la pro­mozione in area oltralpina pres­so il pub­bli­co di lin­gua tedesca.

Queste ed altre inizia­tive van­no a com­porre un sostanzioso piano di “attac­co” pro­mozionale che avrà il com­pi­to di incidere pesan­te­mente sulle prossime sta­gioni tur­is­tiche. Mai come pri­ma si era reg­is­tra­to un fronte così con­vin­to e battagliero.

Per la pri­ma vol­ta nel­la sto­ria del Con­sorzio” –sot­to­lin­ea il Pres­i­dente - “il Con­siglio diret­ti­vo è asso­lu­ta­mente com­pat­to, con­corde ed allineato su tut­ti i fron­ti che lo com­pon­gono: Fed­er­al­berghi, AssoG­a­r­da­Camp­ing, Con­f­com­mer­cio Verona, Asso­ci­azione Ris­tora­tori, Asso­ci­azioni Sportive, B&B,Parchi del Gar­da e tutte le altre realtà rap­p­re­sen­tate. Questo è un grande tra­guar­do che per­me­t­terà la prog­et­tazione di un piano pro­mozionale di altissi­mo liv­el­lo”.

Con le rose ci sono anche le spine. La con­clu­sione dell’ultimo Con­siglio Diret­ti­vo reg­is­tra anche qualche per­p­lessità e pre­oc­cu­pazione, rel­a­ti­va­mente alla con­vo­cazione del Con­siglio Comu­nale di Gar­da che, per motivi pro­pri, paven­ta la pos­si­bil­ità dell’uscita dal­lo stes­so Con­sorzio di pro­mozione tur­is­ti­ca.

Si trat­ta di una scelta di gran­dis­si­ma respon­s­abil­ità, in gra­do di dan­neg­gia­re l’impegno ed il grande sfor­zo di pro­gram­mazione e prog­et­tazione che tut­ti gli altri Comu­ni stan­no per met­tere in pie­di. Il diret­ti­vo del Con­sorzio si augu­ra che ques­ta scelta non avven­ga, per non dis­trug­gere il lavoro fat­to fino ad oggi, oltre a creare una frat­tura nel prog­et­to di pro­mozione del lago di Gar­da inte­so come uni­co baci­no.

Molti oper­a­tori eco­nomi­ci sono pre­oc­cu­pati di questo pos­si­bile svar­i­one, che potrebbe bloc­care per molto tem­po la pro­mozione tur­is­ti­ca di uno dei più bei Comu­ni del lago di Gar­da. Anche loro si appel­lano al sen­so di respon­s­abil­ità delle Isti­tuzioni coin­volte”.

 

Parole chiave: