Per l'evento Dalai Lama decolla anche l'idea di un significativo monumento

Il Giardino della Pace si prepara a diventare tibetano

24/06/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
gl.m.

Ha pre­so il via la mar­cia di avvic­i­na­men­to che porterà la comu­nità di Arco all’in­con­tro di ven­erdì prossi­mo con il Dalai Lama, la mas­si­ma figu­ra reli­giosa tibetana. L’asses­so­ra­to alla cul­tura comu­nale ha dato il là a tut­ta una serie di inizia­tive col­lat­er­ali, pri­ma fra tutte quel­la di un con­cor­so di idee per la real­iz­zazione di un’­opera d’arte iner­ente la sis­temazione del Gia­rdi­no del­la Pace del­la cit­tà delle Palme, a cui farà visi­ta il Dalai Lama. Il con­cor­so, ban­di­to anco­ra l’an­no scor­so, ha vis­to la parte­ci­pazione di 12 artisti e prog­et­tisti prove­ni­en­ti da tut­ta Europa. Alla fine la com­mis­sione giu­di­ca­trice ha elet­to vinci­tore l’ingeg­nere Akad Ger­hardt Kadletz di Bogen, una delle cit­tà “gemelle” di Arco, con la sua pro­pos­ta di real­iz­zare, al cen­tro del par­co, una grande stel­la di pietra. «Ora vedremo di uti­liz­zare quest’idea ma anche tutte le altre — ha spie­ga­to l’asses­sore alla cul­tura Rug­gero Moran­di — per sis­temare questo nos­tro par­co del­la pace. Ma intan­to, da giovedì prossi­mo si potrà ammi­rare tut­ti questi lavori in una mostra nel­la hall del cas­inò». E un’al­tra mostra si è aper­ta ieri in Sala Segan­ti­ni, in via delle Canon­iche, sem­pre nel­l’am­bito delle man­i­fes­tazione cor­re­late alla visi­ta del Dalai Lama. Si trat­ta di un’e­s­po­sizione fotografi­ca dal tito­lo “Tibet: volti, natu­ra e spir­i­to”. Una parte del mate­ri­ale fotografi­co è frut­to del viag­gio di Dara Mad­janovic e Pao­lo Paro­lari, appas­sion­ati viag­gia­tori e fotografi che con l’o­bi­et­ti­vo han­no saputo cogliere l’essen­za e la pro­fon­dità di un Paese e del­la sua gente. L’al­tra invece espone foto di Mau­r­izio Doro di ritorno da uno sei suoi sug­ges­tivi viaggi.