Si rinnova la proposta di riflessione dedicata ai turisti: una pausa in abbazie e conventi. Porte aperte a Maguzzano, Gargnano, Limone, Arco e Spiazzi

Il giovedì si ritorna in monastero

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Lago di Garda

L’appuntamento si annun­cia in tre lingue diverse. L’idea è quel­la di aprire la por­ta a chi­unque sia inter­es­sato un «incon­tro paci­f­i­cante con se stes­si e soprat­tut­to con Dio». «Giovedì in monas­tero» («Don­ner­stag ein tag in der stille» per i tedeschi, «Thurs­day in a monastery» per gli ingle­si) è un’iniziativa ripro­pos­ta, dopo la pos­i­ti­va accoglien­za degli anni scor­si, dagli uffi­ci per la Pas­torale del tur­is­mo delle dio­ce­si che si affac­ciano sul Gar­da, d’intesa con le chiese cat­toliche ed evan­geliche di Ger­ma­nia. L’occasione è propizia «per chi avverte il bisog­no di una pausa nei rit­mi inten­si del­la vita di oggi — spie­gano gli orga­niz­za­tori -. Una pausa di silen­zio e di ascolto in luoghi che favoriscono la preghiera, la med­i­tazione». L’iniziativa è riv­ol­ta a cris­tiani delle diverse chiese e a «per­sone in ricer­ca. In questi luoghi si può parte­ci­pare alla Lec­tio Div­ina, incon­trare una per­sona prepara­ta con cui dialog­a­re, gustare il silen­zio, pre­gare da soli, davan­ti all’Eucarestia o in mez­zo alla natu­ra. Si può con­di­videre il pran­zo e la preghiera comu­ni­taria». Il pro­gram­ma del­la gior­na­ta si pro­trar­rà dalle 10 alle 18. I luoghi nei quali trascor­rere il «Giovedì in monas­tero» sono l’, vici­no a Lona­to (per infor­mazioni: 030/9130182), il Tesöl di Limone (0365/954091) e il con­ven­to di San Tom­ma­so a Gargnano (0365/71104); fuori provin­cia, il monas­tero delle Servite ad Arco di Tren­to e la Madon­na del­la Coro­na a Spi­azzi di Verona.

Parole chiave: