Il Gruppo missionario di Esenta

Il Grimm allargale adozionidei bambini

18/11/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
F.MAR.

La cam­pagna di adozioni «Aggiun­gi un pos­to a tavola» pro­mossa dal Grimm (Grup­po impeg­no mis­sion­ario) di Esen­ta di Lona­to ha fat­to un altro pas­so avan­ti. Nei giorni scor­si anche l’Amministrazione di Cal­ci­na­to vi ha ader­i­to, for­nen­do il sosteg­no per l’adozione di due ragazzi di stra­da in Venezuela. «L’obiettivo — dice il provved­i­men­to — è accom­pa­gnare e garan­tire un aiu­to a due bam­bi­ni fino alla soglia dell’autonomia e del­la matu­rità». Questi bim­bi, come le centi­na­ia segui­ti da tem­po dal Grimm di Lona­to, vivono nelle zone più povere del Paese sudamer­i­cano, nelle strade e nelle piazze, sen­za casa né affetto.«Per lo più — spie­gano al sodal­izio di Esen­ta — non fre­quen­tano la scuo­la e vivono di espe­di­en­ti; per­tan­to sono i bersagli prefer­i­ti del­la delin­quen­za orga­niz­za­ta che, dopo aver­li sfrut­tati, li elim­i­na. Sono a migli­a­ia e gran parte di essi non rag­giunge l’età adul­ta, per­ché muore pri­ma, per malat­tia, fame o omicidi».«Questa è una for­ma di spon­soriz­zazione — spie­gano al Grimm- che con­sente di dare rispos­ta ai bisog­ni pri­mari di questi bim­bi, segui­ti anche in Brasile da quat­tro isti­tuzioni locali: il Can­ti­no do Ceu di Itape­vi a San Pao­lo, l’Orfanato di Peabiru gesti­to dal­la Con­gregazione del­la Sacra Famiglia di Mar­ti­nen­go (Berg­amo), il Prog­et­to Sper­an­za di Sucu­pi­ra do Norte e il Cen­tro Sociale Elis­a­bet­ta Ceri­oli di Montes Claros. In Venezuela invece i minori sono affi­dati al Cen­tro Mis­sion­ario «Kari­na» di Tumer­e­mo e al Cen­tro Pas­torale di Ciu­dad Guyana.Il buon esem­pio offer­to dal­la Giun­ta di Cal­ci­na­to può essere segui­to da tut­ti, ver­san­do 180 euro annui per cias­cun bim­bo adot­ta­to. Se ne ricev­erà il nome, la , i dati ana­grafi­ci e la situ­azione famil­iare, con le indi­cazioni per una pos­si­bile cor­rispon­den­za e aggior­na­men­ti peri­od­i­ci sul­l’e­volver­si delle con­dizioni di vita, di salute e di stu­dio. Fra l’altro l’offerta fat­ta per l’adozione è detraibile nel quadro dell’annuale dichiarazione dei redditi.Chi volesse acquisire infor­mazioni sul­l’inizia­ti­va uman­i­taria può riv­ol­ger­si alla sede del Grimm in via San Mar­co 51 a Esen­ta, oppure tele­fonare al n. 030.9105015 (fax 030.9105800). Il sodal­izio ha anche un sito Inter­net: www.grimmesenta.it e un ind­i­riz­zo di pos­ta elet­tron­i­ca: grimm@gbcom.net. Chi invece desiderasse sin d’o­ra far per­venire offerte a sosteg­no dell’iniziativa in cor­so potrà far­lo tramite un ver­sa­men­to sul con­to cor­rente postale n. 15224256.

Parole chiave: