Quando l’arte aiuta a superare la malattia

Il laboratorio dell’Opg a Castiglione

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
f.m.

Con­tin­ua con suc­ces­so l’at­tiv­ità arte-ter­apeu­ti­ca del­la pit­trice mon­te­clarense Sil­vana Cresci­ni. Domani 10 gen­naio le opere real­iz­zate nel suo ate­lier «Rosso­nano» a Cas­tiglione saran­no esposte (fino al 25 gen­naio) al Vir­giliano di Pietole. Pro­tag­o­nisti Aldo Allievi, Ubal­do Andreani, Alfio Baral­di e Daniela Pai­ni. In par­al­le­lo ver­ran­no allesti­ti alcu­ni even­ti col­lat­er­ali per appro­fondire gli aspet­ti del­l’arte come mez­zo espres­si­vo di comu­ni­cazione e riabil­i­tazione. In par­ti­co­lare, sarà pro­pos­to un lab­o­ra­to­rio di pit­tura con gli alun­ni del­l’Is­ti­tu­to com­pren­si­vo di Vir­gilio e ver­ran­no orga­niz­za­ti incon­tri con gli stu­den­ti di alcu­ni isti­tu­ti medi supe­ri­ori. Inoltre saba­to 18 alle ore 10, al Cen­tro di aggregazione gio­vanile di Cerese di Vir­gilio, inter­ver­rà Bian­ca Tosat­ti, una delle mag­giori storiche del­l’arte ital­iana, che ter­rà una con­feren­za su «Art Brut, dalle prime for­mu­lazioni al con­tem­po­ra­neo». «Si trat­ta di un’arte che non pas­sa per le vie acca­d­e­miche e le con­ven­zioni logiche — spie­ga la Cresci­ni — ma attinge diret­ta­mente alle sor­gen­ti del­la cre­ativ­ità nel sot­to­suo­lo del­la mente». Sil­vana Cresci­ni sper­i­men­ta da anni le capac­ità artis­tiche dei malati psichi­ci come coor­di­na­trice del­l’ate­lier di arti fig­u­ra­tive del­l’Ospedale psichi­atri­co giudiziario di Cas­tiglione.

Parole chiave: