L'abbassamento, pur inesorabile, sembra avere un pochino rallentato e così, in una settimana, il Garda è calato di un "solo" centimetro,

Il lago continua a scendere ma più piano

18/01/2002 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Riva del Garda

La piog­gia con­tin­ua a far­si atten­dere e il liv­el­lo del lago con­tin­ua a scen­dere. L’ab­bas­sa­men­to, pur inesora­bile, sem­bra avere un pochi­no ral­len­ta­to e così, in una set­ti­mana, il Gar­da è cala­to di un “solo” cen­timetro, pas­san­do da 29 a 28 cen­timetri sopra lo zero asso­lu­to. Effi­cace, quin­di, s’è riv­e­la­ta la deci­sione pre­sa la set­ti­mana scor­sa dal Mag­is­tra­to delle Acque, l’ingeg­n­er Gae­tano Quar­ta, di ridurre a 10,5 metri cubi al sec­on­do la por­ta­ta del Min­cio, che si è tradot­ta in non più di 2,5 mil­limetri di disce­sa gior­naliera del liv­el­lo del lago. Ora, dunque, siamo a cir­ca 8 cen­timetri dal record neg­a­ti­vo asso­lu­to fat­to reg­is­trare nel set­tem­bre 1990. È relis­ti­co pen­sare, quin­di, che anco­ra per qualche set­ti­mana la situ­azione non rag­giungerà il liv­el­lo di “allarme rosso”. La sper­an­za di tut­ti, ovvi­a­mente, è che non si deb­ba atten­dere tut­to questo tem­po pri­ma di vedere le piogge, pos­si­bil­mente abbon­dan­ti, anche sul nord Italia.