Puntuale arriva l’annuario della ricettività gardesana e dell’entroterra: un prezioso strumento per i turisti taliani e stranieri

Il lago di Garda del 2001 in 180 pagine

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
a.j.

Il lago di Gar­da del 2001 in 180 pagine. Si trat­ta del­la nuo­va edi­zione dell’annuario del­la ricettiv­ità garde­sana, mes­so in dis­tribuzione dal­la , uni­co stru­men­to per un’informazione com­ple­ta su hotel, res­i­dence e camp­ing di tut­to il baci­no garde­sano e del suo entroter­ra, prodot­to e real­iz­za­to da un ente che ha la pro­mozione del ter­ri­to­rio tra le sue final­ità pri­or­i­tarie. L’annuario arriva­to alla dician­noves­i­ma edi­zione cos­ti­tu­isce una garanzia per l’utenza ital­iana e inter­nazionale che al reper­to­rio del­la ricettiv­ità garde­sana si affi­da con cres­cente sicurez­za e sod­dis­fazione. Come, per altro, gli oper­a­tori che nel cor­so degli anni han­no ritenu­to di ver­i­fi­carne l’utilità, l’efficacia e la cor­ret­tez­za, dive­nen­done a loro vol­ta sosten­i­tori ed inserzion­isti. Di vol­ta in vol­ta aggior­na­to l’Annuario degli alberghi, dei campeg­gi e dei res­i­dence può essere sfoglia­to anche sulle pagine del sito Inter­net uffi­ciale del lago di Gar­da — www.lagodigarda.it — cli­can­do «accom­mo­da­tion»; non una preno­tazione, ma la drit­ta gius­ta per trovare risposte sod­dis­facen­ti alle pro­prie richi­este, con l’opportunità di arrivare, tramite i link, a comu­ni­care diret­ta­mente con la strut­tura ricetti­va prescelta. Così ogni strut­tura, dal­la più grande alla più mod­es­ta oper­ante sul ter­ri­to­rio dei comu­ni garde­sani e dell’entroterra, tro­va attra­ver­so l’Annuario e il sito Inter­net gesti­to dal­la Comu­nità del Gar­da il modo di far­si conoscere. Sito quel­lo uffi­ciale del lago di Gar­da gesti­to dal­la Comu­nità che risul­ta il più vis­i­ta­to. Nei pri­mi dieci mesi del 2000 gli acces­si al sito, che pro­pone e pre­sen­ta il lago di Gar­da nel­la sua unità e nel­la sua mul­ti­forme ric­chez­za di attrat­tive, han­no super­a­to i sette mil­ioni e mez­zo, da oltre set­tan­ta pae­si del globo. Non sono man­cati, tan­to per citare una nota di col­ore, acces­si dal­la Cina, Cile, Corea, Colom­bia, Egit­to, Emi­rati Ara­bi, Esto­nia, Hong Kong, India, Litu­a­nia, Male­sia, Prin­ci­pa­to di Mona­co e Perù. In tut­to poche migli­a­ia, ma comunque tes­ti­mo­ni­anze che il nome del Gar­da, le immag­i­ni dei suoi pae­sag­gi, le infor­mazioni che lo riguardano stan­no facen­do davvero il giro del mon­do gra­zie a Inter­net. Più inter­es­sante invece a fini sta­tis­ti­ci la let­tura del peri­o­do in cui dai vari pae­si gli acces­si sono sta­ti effet­tuati. Il dato evi­den­zia ad esem­pio che il mag­gior numero di ecces­si dai pae­si dai quali proven­gono tradizional­mente i tur­isti per il Gar­da è avvenu­to in genere nei mesi di luglio e agos­to. La con­fer­ma, in un cer­to sen­so, delle linee di ten­den­za ril­e­vate dagli osser­va­tori tur­is­ti­ci inter­nazion­ali sec­on­do cui sem­pre più sono col­oro che scel­go­no e deci­dono la vacan­za all’ultimo momen­to e sem­pre più deter­mi­nante in questo set­tore sta diven­tan­do il ruo­lo di Inter­net. Così dall’Austria sono sta­ti più di 80 mila gli acces­si nei mesi di luglio e agos­to, oltre 350 mila quel­li dal­la Ger­ma­nia, più di 600 mila dall’Italia, qua­si 70 mila dai Pae­si Bassi così come dal­la Svizzera. Dato comunque pos­i­ti­vo e inter­es­sante sono i 7 mil­ioni e mez­zo di acces­si dei pri­mi dieci mesi di quest’anno che dis­chi­udono al Gar­da un poten­ziale di comu­ni­cazioni altri­men­ti dif­fi­cil­mente rag­giun­gi­bile. E pro­prio per questo la Comu­nità del Gar­da ha investi­to e con­tin­ua a inve­stire energie e risorse in questo nuo­vo stru­men­to aggior­nan­done con­tin­u­a­mente i con­tenu­ti, in mo- do da offrire una infor­mazione pun­tuale, com­ple­ta e pre­cisa.

Parole chiave: