Non c’è che l’imbarazzo. I turisti possono andare in acqua, in piazza e a cene pantagrueliche Crociera sotto le stelle, bagni e tanti appuntamenti musicali

Il lago di Garda si prepara a chiudere alla grande il secolo

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

In acqua, in piaz­za o a tavola in atte­sa del nuo­vo mil­len­nio. Diver­sifi­cate le pro­poste che arrivano dal Gar­da per chi alle vacanze esotiche o sul­la neve con­trap­pone un alle porte di casa. In pri­mo piano la crociera not­tur­na sul lago con le moton­avi del­la . L’imbarco a Desen­zano domeni­ca alle 20 con parten­za alle 21.30 con crociera sen­za sos­ta nel bas­so lago fino alle tre del mat­ti­no con le ultime note del veg­lione in por­to alle 4.30. Pochi i posti disponi­bili sull’ammiraglia Bren­nero (240.000 a tes­ta), esauri­ti quel­li del­la Tonale (180.000) con buf­fet, piano bar e par­ty. Imbaraz­zo del­la scelta per i veg­lionis­si­mi e i cenoni di fine anno in alberghi e ris­toran­ti: con musi­ca eccezionale al Roset­ta di Peschiera, l’albergo ora gesti­to da Mar­co Attard, negli anni 60 leader dei Tor­na­dos e gran veg­lione al For­tu­na. Al par­co ter­male Vil­la Cedri di Colà la pos­si­bil­ità anche di un bag­no in not­tur­na in acqua ter­male a 35 gra­di. Una not­ta­ta ani­ma­ta dal­la micro­ma­gia di Leo e dall’orchestra di Ser­gio Gugliel­mi al Park Hotel Grit­ti di con cenone e veg­lione anche al Du Lac (entram­bi 150.000) o al Fir­mus sem­pre a Bar­dolino con dalle 24 ani­mazione no stop. Al Regi­na Ade­laide di Gar­da si cena con le note di un otti­mo pianista.

Parole chiave: -