conferenza con Fabio Ghioni l'hacker più famoso di Italia

Il lato oscuro di internet.

Di Luca Delpozzo

L’Hacker nell’immaginario col­let­ti­vo è spes­so una figu­ra neg­a­ti­va, un indi­vid­u­al­ista, un pre­sun-tuoso, ded­i­to ad infran­gere le regole, a volte per perseguire van­tag­gi esclu­si­va­mente per­son­ali. Oppure una sor­ta di eroe mod­er­no, un sog­na­tore estrema­mente razionale, dota­to di intel­li­gen­za e com­pe­ten­ze supe­ri­ori, appas­sion­a­to dal­la con­tin­ua scop­er­ta e dal­la sfi­da alle con­ven­zioni, impeg­na­to a sve­lare ciò che non si deve sapere, a forzare i lim­i­ti. Si pone al servizio di un’umanità ignara ed in nome dei suoi ide­ali è dis­pos­to a cor­rere rischi, sen­za chiedere nul­la in cam­bio, se non la sod­dis­fazione per­son­ale di avercela fat­ta, di essere sta­to il migliore. In realtà il pri­mo pro­fi­lo iden­ti­fi­ca il “Crack­er”, il cat­ti­vo, men­tre l’”Hacker” è l’idealista, il buono. Ma chi sta­bilisce qual è il con­fine fra il com­por­ta­men­to immorale e quel­lo eti­co? Dire Rete, Inter­net, oggi equiv­ale a dire: il mon­do. Quali sono le leg­gi che lo regolano? La let­ter­atu­ra e la fil­mo­grafia ci spin­gono ad asso­cia­re l’hacking a sce­nari inter­nazion­ali, lon­tani da noi, allo spi­onag­gio indus­tri­ale e politi­co, ai seg­reti di sta­to. E se sco­pris­si­mo che le nuove tec­nolo­gie miglio­ra­no l’organizzazione sociale, ma con­sentono di conoscere e met­tere pub­bli­ca­mente a nudo ogni aspet­to del­la nos­tra vita pri­va­ta? Se qual­cuno entra nel nos­tro com­put­er vio­la la nos­tra pri­va­cy e può carpirne i seg­reti, ma questo è nul­la rispet­to al ris­chio mag­giore: il fur­to d’identità. Cosa accade se qual­cuno uti­liz­za il nos­tro com­put­er per com­met­tere un reato? Esistono oggi leg­gi in gra­do di tute­lar­ci adeguata­mente dai peri­coli a cui siamo esposti nel­la rete? Come fare ad essere in rete sen­za cadere nel­la rete? Come evitare di perder­si nelle mille luci col­orate del­la tec­nolo­gia, che spes­so nasconde oscu­rità non anco­ra sve­late, o che nes­suno ha l’interesse di sve­lare? Di questo ed altro si par­lerà SABATO 12 Novem­bre 2011- ore 18,00 – Sala Poli­va­lente del Plesso Sco­las­ti­co a PADENGHE SUL GARDA nel­la Con­feren­za  — Incon­tro “Il lato oscuro di Inter­net” Rela­tore  FABIO GHIONI  Esper­to a liv­el­lo mon­di­ale in sicurez­za e tec­nolo­gie non con­ven­zion­ali, con­sulente strate­gi­co di organ­is­mi gov­er­na­tivi ed inter­nazion­ali. L’Hacker più famoso d’Italia. 46 anni, milanese, lau­re­ato in psi­colo­gia negli Sta­ti Uni­ti, autore di numerose pub­bli­cazioni in mate­ria, tra cui: “Ombre asim­met­riche. La guer­ra ciber­net­i­ca e i suoi pro­tag­o­nisti”; “La nona emanazione” ed il più recente “Hack­er Repub­lic. Dal tec­noter­rore alla trilo­gia Mil­len­ni­um: i nuovi pirati di Cyber­world”. Dopo questo incon­tro Inter­net vi apparirà sot­to una luce diver­sa, forse più sin­is­tra, ma cer­ta­mente più com­ple­ta.            info. www.comune.padenghesulgarda.bs.it