Presentato il programma delle manifestazioni tra gli olivi

Il mercatino di Natale torna nella vecchia piazza del porto

29/10/2002 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Garda

Sul lago è già . L’asses­sore al tur­is­mo del Comune di Gar­da, Anto­nio Pasot­ti, ha infat­ti reso note le prin­ci­pali novità del­la quar­ta edi­zione del «Natale tra gli Olivi», che par­tirà il 23 novem­bre per con­clud­er­si il 6 gen­naio 2003. «Innanz­i­tut­to», dice Pasot­ti ‚« è aumen­ta­ta la pre­sen­za di local­ità che han­no chiesto di aderire all’iniziativa e che saran­no pre­sen­ti a Gar­da durante i fine set­ti­mana. Accan­to a Melara, Ostiglia e Revere, Inns­bruck, Beil­ngries e alla Regione istri­ana, tut­ti già pre­sen­ti durante la scor­sa edi­zione, avre­mo il piacere di ospitare il Comune di Pavul­lo nel Frig­nano, che, come tutte le altre rap­p­re­sen­tanze ital­iane e straniere, ci farà gustare le sue spe­cial­ità gas­tro­nomiche, pro­po­nen­dole assieme a folk­lore e ani­mazioni. Cias­cu­na cit­tà ospite sarà pre­sen­ta­ta con una con­feren­za stam­pa che si ter­rà il ven­erdì, giorno di inizio di ogni man­i­fes­tazione, a eccezione di Inns­bruck, il cui incon­tro avrà luo­go saba­to 23 novem­bre, in con­comi­tan­za con l’inaugurazione uffi­ciale del­la man­i­fes­tazione». Ovvi­a­mente ci sarà il mer­cati­no di Natale, che però quest’anno cam­bia d’ambientazione tor­nan­do nel­la cor­nice orig­i­nar­ia del­la piaz­za del por­to, dopo due anni di sposta­men­to pres­so il munici­pio. «Il mer­cati­no è il ful­cro dell’intera man­i­fes­tazione» con­fer­ma Pasot­ti « e pro­prio per questo è sta­to ulte­ri­or­mente poten­zi­a­to con l’aggiunta di due chioschi gaze­bo, arrivan­do così a un totale di quat­tordi­ci casette, che ver­ran­no col­lo­cate preva­len­te­mente in piaz­za Cat­ul­lo, a ridos­so del por­to, e lun­go il pri­mo trat­to del lun­go­la­go Regi­na Ade­laide». Amplia­to anche il pro­gram­ma delle mostre di pit­tura, scul­tura e . «Palaz­zo Car­lot­ti », pros­egue l’assessore al tur­is­mo, «ospiterà una sezione del­la mostra dei pre­sepi dell’, men­tre nel palazzet­to delle espo­sizioni ogni set­ti­mana si susseguiran­no, per l’in­tera dura­ta del­la man­i­fes­tazione, espo­sizioni orig­i­nali allestite dalle cit­tà ospi­ti». E poi c’è la mostra del libro, già sper­i­men­ta­ta lo scor­so anno. «Anche sta­vol­ta», rac­con­ta Pasot­ti, «ver­rà allesti­ta una strut­tura adibi­ta a spazio per il libro, ma non più in piaz­za Cat­ul­lo, ben­sì sul­la piaz­za del Munici­pio, con dei pun­ti d’incontro ris­er­vati alle scuole». Nel­la stes­sa piaz­za saran­no inoltre col­lo­cati dei chioschi per la ven­di­ta di olio e for­mag­gio, assieme al con­sue­to ten­done gas­tro­nom­i­co cura­to dal­la Pro loco e dalle cit­tà ospi­ti e ad un pal­co per le attiv­ità di ani­mazione. Le man­i­fes­tazioni musi­cali e folk­loris­tiche più sig­ni­fica­tive ver­ran­no però svolte in piaz­za Cat­ul­lo, sul lato riv­olto ver­so il por­to. Il via al Natale garde­sano sarà dato alla pre­sen­za dei ragazz­i­ni delle scuole mater­ne e delle ele­men­tari, che si riu­ni­ran­no nel­la piaz­za del Munici­pio per lan­cia­re pal­lonci­ni recan­ti mes­sag­gi d’auguri.

Parole chiave: -