Un successo pieno per le iniziative

Il mercatino di sera e la chiusura al traffico rilanciano Colombare

17/08/2003 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

A Colom­bare si com­in­cia a pen­sare in grande. Dopo il debut­to del mer­cati­no arti­gianale di dieci giorni fa, ven­erdì sera ecco il bis. Un suc­ces­so, vale a dire tan­to pub­bli­co, con­sen­si da parte dei vis­i­ta­tori, sod­dis­fazione degli espos­i­tori anche se bisogna dire non si può trarre imme­di­ata­mente un bilan­cio pos­i­ti­vo, tenu­to con­to delle ser­ate tor­ride che stan­no accom­pa­g­nan­do la vacan­za dei tur­isti e la vita dei res­i­den­ti. Altra nota pos­i­ti­va è sta­ta l’aper­tu­ra di tut­ti i negozi ed eser­cizi pub­bli­ci durante il mer­ca­to. Aper­to alle 19.30, è sta­to chiu­so poco pri­ma del­la mez­zan­otte. L’ap­pun­ta­men­to del ven­erdì di via Colom­bare res­ta fis­so fino al 19 set­tem­bre, poi si vedrà. Un altro par­ti­co­lare deg­no di nota è la chiusura al traf­fi­co del­la stra­da prin­ci­pale nelle ore del mer­ca­to. E’ nata così un’iso­la pedonale, molto apprez­za­ta dai tur­isti e dagli stes­si abi­tan­ti che pos­sono fare a meno (specie i pri­mi) di recar­si nel cen­tro, sbor­sare un paio di euro per il posteg­gio e finire nel­la cal­ca che asse­dia la peniso­la nelle ser­ate estive. L’inizia­ti­va ha il pre­gio quin­di di evitare una pesante e penal­iz­zante emar­gin­azione del­la popolosa frazione (con i suoi cir­ca 4 mila abi­tan­ti) e di ten­tarne una val­oriz­zazione, invo­ca­ta ormai da più par­ti. Si deve quin­di ai bravi e dinam­i­ci com­mer­cianti, chia­mati sim­pati­ca­mente «quei ragaz­za­c­ci di Colom­bare», se la scommes­sa sul futuro del loro quartiere com­in­cia a diventare vin­cente. Di sicuro, il prossi­mo anno ver­rà amplia­to il cartel­lone delle man­i­fes­tazioni, il mer­cati­no tornerà forse più ric­co di pro­poste e via Colom­bare resterà chiusa qualche sera in più. Questo, grosso modo, il prog­et­to accarez­za­to dai com­mer­cianti e dagli ammin­is­tra­tori comu­nali, con l’asses­sore Gior­dano Sig­nori in tes­ta, per rilan­cia­re defin­i­ti­va­mente una parte di Sirmione per trop­po tem­po las­ci­a­ta ai mar­gi­ni. Tor­nan­do al mer­ca­to di ven­erdì, sono state allestite espo­sizioni di quadri, scul­ture e lavo­razioni arti­gianali. Per esem­pio, di pre­gio alcun uten­sili esposti su un ban­co, in par­ti­co­lare un vec­chio gram­mo­fono con un’enorme altopar­lante, stile anni Trenta.