Sabato e domenica si inaugura il luogo di culto con una grande festa arricchita da attrazioni musicali, culturali ed enogastronomiche. Dalle ferite del terremoto allo splendido restauro Tutto il paese ha contribuito per raccogliere i fondi

Il «miracolo» della chiesetta di Musaga

20/06/2009 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Bruno Festa

Gli abi­tan­ti di Musaga, pic­co­la frazione di Gargnano, han­no rag­giun­to il loro pic­co­lo, grande obi­et­ti­vo: la chieset­ta ded­i­ca­ta a San Gio­van­ni Bat­tista che è un po’ il cuore del­la comu­nità è sta­ta restau­ra­ta e, domeni­ca 21 giug­no, ver­rà inau­gu­ra­ta. Il pic­co­lo edi­fi­cio era usci­to mal­con­cio dal ter­re­mo­to del 2004 ed i par­ro­ci (don Vale­rio Sco­lari al quale è suben­tra­to don Rober­to Bal­das­sar­ri) han­no manda­to avan­ti le pro­ce­dure di intervento.La spe­sa, non indif­fer­ente per una par­roc­chia di queste dimen­sioni, ha super­a­to i 100mila euro ed è sta­ta affronta­ta con i fon­di del­la legge sul ter­re­mo­to. Ma una grossa fet­ta dell’importo (30mila euro) lo han­no ver­sato pro­prio gli abi­tan­ti del bor­go che, ora, sono sod­dis­fat­ti. La som­ma è sta­ta rac­col­ta orga­niz­zan­do una man­i­fes­tazione che è divenu­ta un clas­si­co e che mesco­la diverse inter­es­san­ti offerte. «Musaga: cul­tura e gas­trono­mia per le strade del bor­go», rap­p­re­sen­ta, infat­ti, qual­cosa di diver­so dalle solite sagre.Prevede espo­sizioni di ogget­ti tipi­ci e d’arte nel­la ser­a­ta di saba­to 20 giug­no men­tre, alla mes­sa di inau­gu­razione di domeni­ca (ore 10,30), faran­no segui­to nel pomerig­gio le vis­ite gui­date, con Sil­via Meri­go, lau­re­a­ta con una tesi sul­la chie-set­ta ed autrice di un libro sull’argomento. Nel­la ser­a­ta di domeni­ca (ore 21) sarà Dori­na Frati, che con­ta molte pre­sen­ze in opere dirette da Ric­car­do Muti, a dirigere l’orchestra «Clau­dio e Mau­ro Ter­roni» su un pal­cosceni­co com­pos­to da por­ti­cati e cor­tili. Ciliegi­na sul­la tor­ta è il con­cor­so fotografi­co con tema i «Col­ori del lago e dell’entroterra», che vedrà pre­miati adul­ti e stu­den­ti alle 18,30 del­la domeni­ca. All’aspetto cul­tur­ale si accosterà anche quel­lo del diver­ti­men­to e del­la gas­trono­mia. Per la cena di saba­to finirà nei piat­ti il cinghiale in salmì, cui seguirà la ser­a­ta dan­zante. Domeni­ca a mez­zo­giorno l’immancabile spiedo e, la sera, «polen­ta uta e pestöm».

Parole chiave:

Commenti

commenti