Dal 9 al 17 febbraio al Centro fiera di Montichiari con ben 425 espositori da tutto il mondo. Secondo in Italia ed Europa, dopo Genova e Düsseldorf

Il «Nautic show» raddoppia

02/02/2002 in Manifestazioni
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
Montichiari

«Portare il mare dove c’è il mer­ca­to? E’ sta­ta una strate­gia cor­ag­giosa». Con queste parole ieri mat­ti­na il pres­i­dente del­la Provin­cia Alber­to Cav­al­li ha salu­ta­to in Bro­let­to gli orga­niz­za­tori del 4° Nau­tic Show, il Salone Nau­ti­co Nazionale che si ter­rà al Cen­tro Fiera del Gar­da a Mon­tichiari dal 9 al 17 feb­braio. «Una scelta cor­ag­giosa ma anche vin­cente, con fior di numeri a dar­ci ragione», ha aggiun­to Luciano Coin, pres­i­dente del Nau­tic Show e tito­lare con Lui­gi Mich­e­lon del­la di Pado­va, l’azien­da che con la Staff Ser­vice di Car­lo Miot­to è tra gli art­efi­ci di questo vero e pro­prio mira­co­lo bres­ciano. Un’idea nata nel 1999 come «Salone Nau­ti­co dei Laghi» che pre­sen­tò 98 espos­i­tori in 3 padiglioni e che arri­va a ques­ta mèta del­l’an­no 2002 con 8 padiglioni pieni e con il mar­chio di «Salone Nazionale» (quin­di anche per le imbar­cazioni marit­time) e numeri tal­mente impor­tan­ti da clas­si­fi­care la «ter­restre» Mon­tichiari al sec­on­do pos­to in Italia, come Salone Nau­ti­co, dopo Gen­o­va. Un risul­ta­to davvero clam­oroso se si pen­sa all’ul­tra­de­cen­nale esisten­za di altri saloni in impor­tan­ti realtà marinare come Napoli, Venezia e Rim­i­ni. Sen­za dimen­ti­care che il Salone mon­te­clarense rap­p­re­sen­ta anche il sec­on­do salone nau­ti­co di entroter­ra in Europa, dopo il grande salone di Dus­sel­dorf per le imbar­cazioni a motore. E’ un Nau­tic Show da 425 espos­i­tori (»42% rispet­to allo scor­so anno), con 69 espos­i­tori stranieri, 21 riv­iste di set­tore, 40.000 mq di area espos­i­ti­va cop­er­ta (»25%), con un aumen­to del 480% del set­tore ded­i­ca­to alle imbar­cazioni da 11 a 20 metri. Saran­no pre­sen­ti i mag­giori cantieri di fama mon­di­ale, come Fer­ret­ti, Azimut, Sun­seek­er, US Marine, Fair­line, Per­sh­ing, Riva Cantieri di Sar­ni­co. «Vi sono cantieri che spendono dai 10 ai 15 mil­ioni di lire solo per il trasporto via ter­ra del­la bar­ca a Mon­tichiari — spie­gano Coin e Mich­e­lon — ma evi­den­te­mente ques­ta strate­gia di portare diret­ta­mente la bar­ca al cliente e non vicev­er­sa, nel­l’area di mer­ca­to più flori­do in Italia, è sta­ta indov­inatis­si­ma. Le barche esposte han­no un val­ore di cir­ca 30 mil­ioni di Euro men­tre si parte da un movi­men­to d’af­fari min­i­mo di 5 mil­ioni di Euro nei giorni del salone. Sen­za con­tare i con­trat­ti suc­ces­sivi». Numeri che han­no spin­to gli orga­niz­za­tori a coniare lo slo­gan «Nau­tic Show vuol dire sem­pre più affari». Un even­to che si cel­e­bra con la pre­sen­za, per la pri­ma vol­ta, del­l’E­serci­to Ital­iano con i repar­ti dei Lagu­nari (i nos­tri Marines) assieme alla ed alla Mari­na Mil­itare. Pre­sen­ti in forze anche la Regione Lom­bar­dia, la Provin­cia di Bres­cia con l’asses­so­ra­to alla Pesca e quel­lo al tur­is­mo e, per la pri­ma vol­ta, Pro Brix­ia in rap­p­re­sen­tan­za del­la Cam­era di Com­mer­cio di Bres­cia e l’As­so­ci­azione Indus­tri­ali Bres­ciani. La sfi­da a far sem­pre meglio in futuro è rac­col­ta dal pres­i­dente Cav­al­li, fiducioso del fat­to che «Bres­cia pos­sa impeg­nar­si di più nel­la nau­ti­ca, anche gra­zie ad un futuro rap­por­to sin­er­gi­co tra la Fiera di Mon­tichiari e la nascente strut­tura fieris­ti­ca cit­tad­i­na». Anche quest’an­no il Nau­tic Show avrà la sua mad­ri­na d’ec­cezione, inter­pre­ta­ta sta­vol­ta dal­la splen­di­da model­la Kar­ti­ka. In due padiglioni del Cen­tro Fiera attigui al Nau­tic Show si aprirà inoltre «Pescare 2002», il ter­zo salone delle attrez­za­ture per la pesca sporti­va, acces­si­bile dal 9 all’11 feb­braio. «Vi saran­no 137 espos­i­tori, qua­si il trip­lo del­lo scor­so anno — ha annun­ci­a­to Alessan­dro Sala, asses­sore provin­ciale per lo sport, la cac­cia e la pesca — un suc­ces­so che coin­vol­gerà anche le scuole e porterà una mag­giore sen­si­bi­liz­zazione per la sal­va­guardia del­l’am­bi­ente». Spic­cano, tra gli espos­i­tori di «Pescare 2002», i nomi ed i marchi più affer­mati del set­tore, men­tre sono diverse le asso­ci­azioni ed i club d’I­talia pre­sen­ti, tra cui Big Game Italia, che rap­p­re­sen­ta tut­ti i club d’I­talia per la pesca d’al­tura. Esper­ti spiegher­an­no le varie tec­niche di pesca; i vis­i­ta­tori potran­no anche ammi­rare quat­tro gran­di acquari con pesci d’og­ni tipo. Accan­to a Pescare 2002 si ter­rà anche il 2° Fly Fish­ing e Spin­ning Show e si svol­gerà il 1° Raduno Inter­club di pesca spin­ning. In pro­gram­ma anche diverse con­feren­ze e dibattiti,coordinate da e Staff Ser­vice, il cui impeg­no si è tradot­to anche nel­la dis­tribuzione di ben 400.000 invi­ti tramite asso­ci­azioni ed oper­a­tori del settore.

Parole chiave: - -

Commenti

commenti