Michele Vitello, 30 anni avvocato, succede a Pasquale Petulla. Resterà in carica fino al 2010

Il nuovo difensore civico ha giurato

25/02/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Davan­ti al sin­da­co di Lona­to , ha giu­ra­to ieri il difen­sore civi­co elet­to l’altra sera dal Con­siglio, Michele Vitel­lo, trent’anni, iscrit­to all’ordine degli Avvo­cati di Bres­cia. Vitel­lo suc­cede a Pasquale Petul­là. Rimar­rà in car­i­ca fino al 2010, cioè fino allo scadere all’attuale ammin­is­trazione comu­nale. Il padre, Euge­nio Vitel­lo, è sta­to il pri­mo difen­sore civi­co di Lona­to e anche il sin­da­co più gio­vane d’Italia. Era­no gli anni ’70.A Lona­to fino­ra l’istituto del difen­sore Civi­co non ha avu­to mol­ta for­tu­na. «L’obiettivo che mi sono pre­fis­sato — spie­ga Vitel­lo — è quel­lo di cer­care innanzit­tut­to di portare a conoscen­za dei cit­ta­di­ni che in caso di neces­sità, in Comune, vi è un inter­locu­tore cui riferire le pos­si­bili inadem­pien­ze del­la pub­bli­ca ammin­is­trazione. Super­fi­ciali inter­pre­tazioni lo han­no spes­so accosta­to ad un avvo­ca­to o al giu­dice di pace. Il difen­sore civi­co invece, pur rivesten­do la qual­i­fi­ca di pub­bli­co uffi­ciale, è una sor­ta di medi­a­tore tra il Comune e il cit­tadi­no, che va dife­so non solo dalle pos­si­bili pre­poten­ze, da ritar­di e omis­sioni dell’amministrazione pub­bli­ca, ma anche dalle dif­fi­coltà di vedere rispet­tate le pro­prie aspet­ta­tive». Sec­on­do il rego­la­men­to il difen­sore civi­co inter­viene a richi­es­ta di chi­unque ne abbia diret­to inter­esse pres­so l’amministrazione comu­nale, enti e aziende che da essa dipen­dono. Non può inter­venire per rego­lare con­tro­ver­sie tra pri­vati, su inizia­tive o pro­nun­ci­a­men­ti di con­tenu­to politi­co o su atti o pro­ced­i­men­ti in rifer­i­men­to ai quali siano pro­posti ricor­si davan­ti ad organi di gius­tizia ammin­is­tra­ti­va, civile o tributaria.

Parole chiave: