Nel prossimo week end l’edizione 2004. Assaggi, abbinamenti e un premio per l’olio extravergine

Il Palio del Chiaretto ritorna pieno di novità

Di Luca Delpozzo
Claudio Andrizzi

Il «Palio del » di Moni­ga sta per ritornare sul­la sce­na, ma il 2004 pro­por­rà una for­mu­la com­ple­ta­mente rin­no­va­ta: una scelta che in qualche modo rispec­chia quelle già com­piute dalle altre due tradizion­ali man­i­fes­tazioni eno­logiche del­la Valte­n­e­si, ovvero la Fiera di Polpe­nazze e quel­la di Pueg­na­go. Anche nel caso di Moni­ga, l’intento è quel­lo di dare all’appuntamento un taglio più spe­cial­iz­za­to e meno aper­ta­mente «popo­lare», in gra­do di atti­rare l’interesse di quel popo­lo di «enogas­tro­nau­ti» che rap­p­re­sen­ta ormai un fenom­e­no deter­mi­nante nel mer­ca­to delle tipic­ità e dell’enogastronomia in genere. Pre­sen­ta­ta ieri nel­la sede del­la Provin­cia, alla pre­sen­za del sin­da­co di Moni­ga Erman­no Polli­ni e dell’assessore provin­ciale al Tur­is­mo , la nuo­va rasseg­na andrà in sce­na nel prossi­mo week end, il 15 e il 16 mag­gio, e farà per­no come al soli­to sul tro­feo ded­i­ca­to alla memo­ria di Pom­peo Mol­men­ti, il sen­a­tore veneziano trapi­anta­to sul Gar­da e ritenu­to l’inventore di questo par­ti­co­lare . I cam­pi­oni dei vini iscrit­ti saran­no sot­to­posti in for­ma anon­i­ma alle selezioni, effet­tuate da una com­mis­sione com­pos­ta da almeno sei enolo­gi: quel­li che merit­er­an­no la qual­i­fi­ca di «otti­mo» saran­no infine giu­di­cati da una com­mis­sione di gior­nal­isti enogas­tro­nomi­ci, che ne decreter­an­no la piacev­olez­za. Il Chiaret­to vinci­tore sarà pre­mi­a­to con il tro­feo Pom­peo Momen­ti, cioè una preziosa cop­pa di cristal­lo di Mura­no che viene defin­i­ti­va­mente asseg­na­ta alla can­ti­na che vince per tre volte, anche non con­sec­u­tive, la gara tra bot­tiglie. Una ulte­ri­ore novità sarà rap­p­re­sen­ta­ta dal­la pri­ma edi­zione del pre­mio «Goc­cia d’Oro», pen­sato per val­oriz­zare l’olio extravergine d’oliva Dop del Gar­da bres­ciano. Orga­niz­za­to con il patrocinio dell’Aipol, vedrà un comi­ta­to di chef e gas­trono­mi eleg­gere il miglior prodot­to sec­on­do un giudizio lega­to all’armonia del gus­to e alla piacev­olez­za del prodot­to. La selezione del miglior Chiaret­to e del miglior olio extravergine d’oliva Dop avver­ran­no il 15 mag­gio a Vil­la Bertanzi di Moni­ga, pri­ma del­la pre­mi­azione dell’undicesimo tro­feo Momen­ti che seg­n­erà l’avvio del Palio vero e pro­prio, in sce­na saba­to e domeni­ca dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 18 in piaz­za San Mar­ti­no di Moni­ga. In quel­la sede sarà pos­si­bile assag­gia­re tut­ti i chiaret­ti e gli oli parte­ci­pan­ti al con­cor­so, men­tre dalle 19 alle 23 sarà pos­si­bile parte­ci­pare alla «cena itin­er­ante», all’interno del­la quale il vino del sen­a­tore sarà abbina­to a del ter­ri­to­rio. In con­tem­po­ranea, le can­tine Materossi ospit­er­an­no «Tastà de tot»: una sin­go­lare com­pe­tizione che vedrà il Chiaret­to abbina­to a spe­cial­ità gas­tro­nomiche di varia estrazione. Dibat­ti­ti, spet­ta­coli e altri inizia­tive com­pleter­an­no il quadro di una due giorni che si annun­cia davvero inter­es­sante. Il Palio del Chiaret­to è orga­niz­za­to dal Comune di Moni­ga e dall’Unione dei comu­ni del­la Valte­n­e­si, in col­lab­o­razione con Regione (asses­so­ra­to a Com­mer­cio, Fiere e Mer­cati), Con­sorzio Gar­da clas­si­co, Aipol e Slow food Italia, e con il patrocinio dell’assessorato al Tur­is­mo del­la Provincia.