Il Palio del Chiaretto torna a Bardolino dal 31 maggio

29/05/2013 in Fiere
Di Luca Delpozzo

È sta­to pre­sen­ta­to nel munici­pio di Bar­dolino in palio del 2013, in pro­gram­ma dal 31 mag­gio al 2 giug­no. Alla con­feren­za era­no pre­sen­ti il sin­da­co Ivan De Beni e il con­sigliere con del­e­ga al tur­is­mo Ste­fano Ottoli­ni. In sala anche il pres­i­dente del Con­sorzio Lago di Gar­da è Pao­lo Arte­lio e  Fran­co Cristo­fore­t­ti, neo pres­i­dente del­la “Stra­da del ”.

Bardolino Brindisi Palio del Chiaretto_Snapseed

 

Saran­no 15 gli stand che ver­ran­no allesti­ti sul lun­go­la­go Riva Cor­ni­cel­lo dove si potrà assag­gia­re il chiaret­to 2013, ma non solo, sono pre­visti infat­ti anche degli stand gas­tro­nomi­ci come quel­lo del­l’as­so­ci­azione Amo Bal­do Gar­da che pro­por­rà un risot­to al pesce di lago o al monte veronese sfu­ma­to al chiaret­to, o anche quel­lo del­l’as­so­ci­azione “De Gustibus” dove sarà pos­si­bile degustare il Chiarè e acquistare per € 2,50 il bic­chiere del­la festa.

La man­i­fes­tazione si aprirà ven­erdì 31 mag­gio a mez­zo­giorno, poi seguirà un nutri­to cal­en­dario di appun­ta­men­ti che vedran­no soprat­tut­to pro­tag­o­nista domeni­ca 2 giug­no, gior­na­ta in cui alle ore 18:30 ver­rà pre­mi­a­to il miglior Vino Chiaret­to Bar­dolino DOC e ver­ran­no incoro­nati i tre nuovi ambas­ci­a­tori del chiaret­to: il sin­da­co di Verona , il gior­nal­ista del­la redazione econo­mia e finan­za del­la Rai e la docente di estet­i­ca musi­cale .

Tra gli incon­tri in cal­en­dario da seg­nalare, saba­to alle 18,30 e domeni­ca alle 10,30, il “Palio dei Drag­on Boat”: imbar­cazioni lunghe 12,66 metri e larghe 1,06 con la tes­ta e la coda a for­ma di drag­one, che si con­fron­ter­an­no nelle acque del Gar­da sul­la dis­tan­za dei 200 e 1000 metri. Di alto effet­to sceni­co, ven­erdì alle 21,30, le “Magie acro­batiche al Chiarè di Luna”. In prat­i­ca una goc­cia bian­ca di tes­su­to sarà cala­ta dall’alto e una dan­za­trice al suo inter­no si muoverà lenta­mente con posizioni plas­tiche per dar vita al tes­su­to. Una vol­ta sul pal­co inizierà un pas­so a due con un dan­za­tore. Un ter­zo bal­leri­no sarà cala­to dall’alto, in una for­ma sim­i­le ad un grap­po­lo d’uva, per arrivare a ter­ra e rac­cogliere gli altri due dan­za­tori e quin­di volare tut­ti e tre ver­so l’alto.