L’Agenzia di sviluppo per l’Alto Garda sarà gestita dal «Gal Garda Valsabbia» di Salò. Creato un «Marchio» a sostegno dei produttori del territorio

Il Parco punta sulla qualità

04/05/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Bruno Festa

«Un Mar­chio di Qual­ità per il Par­co del­l’Al­to Gar­da Bres­ciano». Un mar­chio che nel «logo» si ispi­ra alla for­ma dei fie­nili aus­triaci di Cima Rest, immag­ine da spendere nel set­tore pro­mozionale, a sosteg­no dei numerosi prodot­ti che il ter­ri­to­rio del Par­co del­l’al­to Gar­da mette sul vas­soio. E uno slo­gan, ripetu­to ieri a più riprese: «Più val­ore al ter­ri­to­rio, più qual­ità alla vita. Pae­sag­gio, tradizioni, natu­ra … provo­cazioni alla tua lib­ertà», per­chè la cer­ti­fi­cazione del­l’am­bi­ente e del ter­ri­to­rio del Par­co del­l’Al­to Gar­da bres­ciano cos­ti­tu­isce la nuo­va sfi­da affronta­ta dal­la Comu­nità Mon­tana «che ha assun­to l’im­peg­no di fare del­la sosteni­bil­ità e del­la eco-com­pat­i­bil­ità il pun­to di forza del pro­prio oper­are, in modo da offrire un ambi­ente sano e salu­bre alla popo­lazione res­i­dente e al tur­ista, atti­van­do un per­cor­so vir­tu­oso e com­p­lesso che dovrà portare all’ot­ten­i­men­to, da parte di una plu­ral­ità di sogget­ti oper­an­ti sul ter­ri­to­rio, di un sor­ta di cer­ti­fi­cazione ambi­en­tale». Un obi­et­ti­vo ambizioso, come ha spie­ga­to il pres­i­dente del­la Comu­nità Mon­tana Bruno Faus­ti­ni. «L’o­bi­et­ti­vo è con­sen­tire ai sogget­ti oper­an­ti nel ter­ri­to­rio del Par­co di ottenere il Mar­chio di qual­ità — spie­ga Faus­ti­ni — garanzia di impeg­no e atten­zione alle esi­gen­ze del cliente, dif­feren­zian­dosi per la ele­va­ta qual­ità del prodot­to e del servizio offer­to e di adottare sis­te­mi di ges­tione per la qual­ità e il con­trol­lo dei pos­si­bili impat­ti ambi­en­tali, riducen­do gli sprechi e i con­su­mi». Il prog­et­to con­sen­tirà inoltre più facili acces­si alle risorse finanziarie ero­gate tramite ban­di europei e region­ali e di fare sis­tema con aziende che si dis­tin­guono per la stes­sa scelta. A lavo­rare su indi­cazioni del­la Comu­nità Mon­tana Bres­ciano è sta­to il «Gal Gar­da Valsab­bia», che si è mosso in qual­ità di «Agen­zia di svilup­po» del ter­ri­to­rio del Par­co. Per questo moti­vo è sta­to cos­ti­tu­ito un appos­i­to uffi­cio nel­la sede salo­di­ana del Gal, impeg­na­to anche in altre inizia­tive, che pun­tano ad accrescere e a tute­lare la qual­ità del ter­ri­to­rio. Luca Nadali, respon­s­abile del­l’uf­fi­cio, spie­ga che «gli obi­et­tivi di qual­ità che si vogliono perseguire sono quel­li che mira­no alla val­oriz­zazione del ter­ri­to­rio, dei e dei numerosi servizi prove­ni­en­ti dal­la fil­iera pro­dut­ti­va del Par­co, in quan­to rispet­tosi del­la qual­ità del­l’am­bi­ente. Neces­si­ta, inoltre, creare le con­dizioni migliori per una sin­er­gia fra i diver­si attori del prog­et­to, oltre ad oper­are per incen­ti­vare e sostenere i sogget­ti eco­nomi­ci nel­l’adozione di meto­di e sis­te­mi di pro­duzione rispet­tosi del­l’am­bi­ente. Si può, in questo modo, lavo­rare per creare le con­dizioni di un’of­fer­ta tur­is­ti­ca più com­pat­i­bile con l’am­bi­ente, ponen­do le basi per un’­ef­fi­cace azione di edu­cazione ambi­en­tale». Chi aderirà al prog­et­to potrà esporre il logo che iden­ti­fi­ca l’azien­da di fronte a cit­ta­di­ni e tur­isti come «impre­sa del Par­co». E pro­prio il Mar­chio avrà il com­pi­to di incen­ti­vare un per­cor­so ver­so l’adozione di sis­te­mi di cer­ti­fi­cazione volon­taria più o meno com­p­lessi: ad esem­pio il Mar­chio «Eco­la­bel, Iso 14001/Emas, ISO 9001», ma anche una delle varie denom­i­nazioni: «Bio­logi­co», «Dop», «Agroal­i­menta­re». Per il prog­et­to la Comu­nità Mon­tana ha stanzi­a­to 210.000 euro, nel­l’am­bito del pro­gram­ma Leader Plus attra­ver­so il Gal. La pri­ma fase con­sis­terà nel­l’in­di­vid­u­azione di tut­ti i pos­si­bili sogget­ti inter­es­sati all’ot­ten­i­men­to del Mar­chio: asso­ci­azioni di cat­e­go­ria, gestori di strut­ture ricettive, agri­coltori e all­e­va­tori, ris­tora­tori, enti pub­bli­ci. Per incen­ti­vare e sostenere le imp­rese è sta­to pre­dis­pos­to un ban­do di selezione per l’asseg­nazione gra­tui­ta del servizio di con­sulen­za e del rilas­cio del Mar­chio. Al Gal spet­terà l’ attiv­ità di ver­i­fi­ca ispet­ti­va nelle fasi di rilas­cio del Mar­chio e di man­ten­i­men­to annuale. Lunedì 8 mag­gio alle ore 15, nel­la sala assem­bleare del­la Comu­nità Mon­tana a Vil­la di Gargnano, il «Prog­et­to Qual­ità» sarà pre­sen­ta­to al pubblico.

Parole chiave: