Nasce la flotta del Mincio e del Po, una sola, dopo essere stata per anni divisa su due fronti concorrenziali.

Il Po e il Mincio, fratelli di Flotta

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Renzo Dall'Ara

Nasce la flot­ta del Min­cio e del Po, una sola, dopo essere sta­ta per anni divisa su due fron­ti con­cor­ren­ziali. Ora si chia­ma Mon­ton­avi Andes Negri­ni, risul­ta­to del­l’ac­cor­do che ha dato vita a una coop­er­a­ti­va tra la Moton­avi Andes e la Flu­viale Tur­is­ti­ca, per­al­tro acco­mu­nate dal­l’o­rig­ine famil­iare e dal cognome:Negrini. Ecco quin­di nav­i­gare sot­to la stes­sa bandiera le moton­avi Andes 2000 (por­ta­ta 550 passeg­geri), Sebas­tiano N. (270), Andes I (252), Andes II (192). più il cata­ma­ra­no Vir­gilio (200). Sono unità che viag­giano intorno ai 15 nodi (25 km all’o­ra) le moton­avi, e a 25 km nodi il cata­ma­ra­no. La Andes 2000 è attrez­za­ta con ris­torante di bor­do e salone cli­ma­tiz­za­to da 200 cop­er­ti, trasforma­bile in aula con­gres­suale. Quel­la del tur­is­mo flu­viale non è una com­po­nente trascur­abile nel panora­ma gen­erale, con­sideran­do che nel 1999 sulle 5 unità han­no nav­i­ga­to oltre lOOmi­la passeg­geri. Pre­sen­tan­do la coop­er­a­ti­va il pres­i­dente Giu­liano Negri­ni e il vice Gabriele Negri­ni han­no delin­eato i pro­gram­mi 2000, soprat­tut­to dal pun­to di vista delle novità. La più impor­tante è rap­p­re­sen­ta­ta dal­la prospet­ti­va che final­mente sem­bra aprir­si di nav­i­gare sul più affasci­nante dei tre laghi man­to­vani, il Supe­ri­ore: è in avan­za­ta prog­et­tazione un bat­tel­lo da 60 posti a propul­sione elet­tri­ca, di impat­to ambi­en­tale com­pat­i­bile e che ricev­erà sup­por­ti ener­geti­ci di tipo solare ed eolico.Si sta com­ple­tan­do invece nei famosi cantieri navali Rossi di Viareg­gio-Pisa l’alles­ti­men­to in moton­ave rap­i­da del­lo Chal­lenger: un mez­zo che viene dal­l’off-shore, impeg­na­to in pas­sato nel ten­ta­ti­vo di record ocean­i­co per il Nas­tro Azzur­ro di veloc­ità. Nel­la con­ti­nu­ità del­l’e­ser­cizio tradizionale le cinque unità del­la Moton­avi Andes Negri­ni seguiran­no sem­pre gli itin­er­ari padani da Cre­mona alla Lagu­na Vene-ta, a Venezia e al Delta, oltre a far conoscere i val­ori ambi­en­tali dei laghi di Man­to­va e del par­co del Min­cio, spin­gen­dosi però anche ai litorali romag­no­li e con il prog­et­to di arrivare in Adri­ati­co anche seguen­do l’idrovia Fis­sero-Tar­taro-Canal Bian­co.

Parole chiave: