Il Prefetto di Brescia, Maria Rosa Laganà, in visita alla Feralpi di Lonato

16/06/2022 in Attualità
Di Redazione

L’im­pre­sa come val­ore per la comu­nità e per il ter­ri­to­rio, le per­sone come motore del cam­bi­a­men­to e l’in­no­vazione come ener­gia per uno svilup­po sosteni­bile nel seg­no del­la tran­sizione eco­log­i­ca ed energetica.

Questi alcu­ni dei temi por­tan­ti al cen­tro del­la visi­ta del Prefet­to di Bres­cia, Maria Rosaria Laganà, che oggi ha vis­i­ta­to lo sta­bil­i­men­to di Lona­to del Gar­da dove ha sede Fer­alpi Group. Il Pres­i­dente del Grup­po Fer­alpi, Giuseppe Pasi­ni, oggi ha avu­to l’onore di accogliere, assieme alla famiglia Pasi­ni, anche il pres­i­dente del­la Provin­cia di Bres­cia, Samuele Alghisi e il sin­da­co di Lona­to del Gar­da, Rober­to Tardani.

La visi­ta è sta­ta un momen­to di conoscen­za rec­i­p­ro­ca e di con­di­vi­sione non solo del lun­go per­cor­so di cresci­ta di Fer­alpi Group, tra i prin­ci­pali pro­dut­tori siderur­gi­ci europei nato e forte­mente rad­i­ca­to nel Bres­ciano, ma soprat­tut­to dei prog­et­ti che agis­cono sug­li Obi­et­tivi di Svilup­po sosteni­bile del­l’A­gen­da 2030 delle Nazioni Unite, anche attra­ver­so gli inves­ti­men­ti mirati alla riduzione delle emis­sioni di CO2, alla decar­boniz­zazione e allo svilup­po delle energie rin­nov­abili. Par­ti­co­lar­mente impor­tante è sta­to il tema del­la cen­tral­ità delle per­sone dec­li­na­ta nelle aree del­la sicurez­za, del­la for­mazione e del­la cresci­ta cul­tur­ale in direzione del­la diver­sità e dell’inclusione.

I com­men­ti

«Dopo ques­ta visi­ta — ha com­men­ta­to il Prefet­to di Bres­cia, Maria Rosaria Laganà - pos­so dire di aver per­cepi­to una grande visione, che è tipi­ca­mente bres­ciana, ma anche un impeg­no impren­di­to­ri­ale ben cala­to sul ter­ri­to­rio. Conos­ci­amo le crit­ic­ità che ha la provin­cia di Bres­cia, ma è altret­tan­to impor­tante far emerg­ere realtà come Fer­alpi che si sono mosse con grande anticipo, e in modo spon­ta­neo, sui temi di tran­sizione ener­get­i­ca ed eco­log­i­ca e nel­la riduzione degli impat­ti. Spes­so anco­ra si par­la impro­pri­a­mente di una siderur­gia sporca: invece ho vis­to che qua­si tut­ti i rifiu­ti ven­gono recu­perati e, da des­tinare in dis­car­i­ca, res­ta ben poco. Questo è un esem­pio che spero pos­sa essere imi­ta­to. Oltre all’im­peg­no per l’am­bi­ente, ho rac­colto una visione ottimisti­ca sia sul futuro del­l’azien­da che sulle oppor­tu­nità di lavoro des­ti­nate ai gio­vani. Spes­so si sente par­lare di ragazzi che non vogliono lavo­rare: ho vis­to un grup­po soli­do, che vuole dare a ragazze e ragazzi una prospet­ti­va di vita per­son­ale, pro­fes­sion­ale e famigliare. Pen­so che sia un val­ore e una grande lezione per tutti».

«Ogni orga­niz­zazione eco­nom­i­ca è pri­ma di tut­to una orga­niz­zazione di per­sone — ha volu­to rib­adire Giuseppe Pasi­ni, pres­i­dente di Fera/pi Group — che opera nel­la comu­nità e nel ter­ri­to­rio. Questo prin­ci­pio vale anco­ra di più per un’im­pre­sa man­i­fat­turi­era. Ecco per­ché le relazioni traspar­en­ti e col­lab­o­ra­tive con le isti­tuzioni del ter­ri­to­rio sono fon­da­men­tali per favorire i prog­et­ti che davvero por­tano val­ore con­di­vi­so attra­ver­so azioni vir­tu­ose che duri­no nel tem­po. È quin­di sta­to un piacere ospitare in Fer­alpi il prefet­to Laganà, il pres­i­dente Alghisi e il sin­da­co Tardani».

«Crescere e al tem­po stes­so alleg­gerire la pro­pria impronta ambi­en­tale — ha sot­to­lin­eato Samuele Alghisi, pres­i­dente del­la Provin­cia di Bres­cia — è la doppia grande sfi­da che Fer­alpi sta affrontan­do con respon­s­abil­ità e lungimi­ran­za sia a liv­el­lo inter­nazionale sia a liv­el­lo provincia/e. A tut­ta Fera/pi il mio plau­so per­ché con­tinui a ten­dere ver­so gli obi­et­tivi de/l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite unen­do com­pet­i­tiv­ità e sostenibilità».

«Il legame tra Fer­alpi e il Comune di Lona­to del Gar­da — ha ricorda­to il sin­da­co, Rober­to Tar­dani - è nato più di cinquan­t’an­ni fa, nel momen­to stes­so in cui Fer­alpi è nata. Da allo­ra non ha fat­to che raf­forzarsi non solo sot­to il pro­fi­lo eco­nom­i­co. L’at­ten­zione ai gio­vani — dal sosteg­no alle attiv­ità sportive alle col­lab­o­razioni con gli isti­tu­ti sco­las­ti­ci — e il sup­por­to alle inizia­tive sociali e cul­tur­ali sono un vero col­lante. C’è anche una sim­biosi “indus­tri­ale” vir­tu­osa gra­zie al teleriscal­da­men­to che serve Lona­to e che è ali­men­ta­to pro­prio dal recu­pero di calore prove­niente dall’acciaieria».

 

 

 

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti