Il Sub club ha portato a termine l’installazione

Il presepio in onore del lago splende nel Canale di mezzo

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
(g.b.)

C’era una tv tedesca a ripren­dere la posa del pre­se­pio del lago: i volon­tari del Sub club di Peschiera han­no cala­to le 26 sagome sui fon­dali delle acque del Canale di mez­zo, in cen­tro stori­co, dove rimar­ran­no fino a dopo l’. Le si può ammi­rare dal ponte di San Giovanni.«Calare queste scul­ture sul fon­do è l’ultima parte di un inter­ven­to che richiede molto tem­po e che inizia molto pri­ma», spie­ga Rena­to Sig­norel­li, con­sigliere comu­nale del­e­ga­to allo sport e vice pres­i­dente del Sub club, «le sagome, infat­ti, devono essere pulite e river­ni­ci­ate con pit­tura riflet­tente; va poi pre­dis­pos­to il fon­dale. Inoltre, una vol­ta col­lo­cate le scul­ture nel­la loro sede, con­trol­liamo che resti­no ben visibili».Il pre­se­pio del lago è sta­to ideato dal Sub club nel 1980 in onore del Gar­da; nel 1993 è sta­to mod­i­fi­ca­to e amplia­to. Si trat­ta del pri­mo esem­pio di pre­se­pio sub­ac­queo nato con l’intento di essere vis­i­bile da tut­ti, non solo per i sub.«Il Canale di mez­zo, con il pun­to di osser­vazione offer­to dal ponte di San Gio­van­ni, é la sede ide­ale di questo pre­se­pio», sot­to­lin­ea Sig­norel­li, «è una nativ­ità uni­ca. Ai più temer­ari diamo appun­ta­men­to per la notte del­la vig­ilia: uno dei sub scen­derà per ada­gia­re nel­la cul­la Gesù Bambino».

Parole chiave: